martedì 8 ottobre 2013

CHI COMPRA CASE IN BRASILE?





Secondo un'analisi statistica della Caixa Economica Federal del Brasile, la banca maggiormente attiva nei finanziamenti per gli immobili in Brasile, le persone che hanno stipulato piu' contratti di finanziamento per l'acquisto di case, fino a settembre dell'anno in corso, sarebbero giovani con meno di 35 anni, rappresentando il 57% del totale finanziato.

Se osserviamo questo dato ci accorgiamo come la situazione del Brasile sia ben differente da quella europea dove la maggioranza delle persone appartenenti alla medesima eta' sono alle prese con problemi di disoccupazione o in una fase iniziale lavorativa in cui gli stipendi faticano ad essere competitivi con quelli degli altri stati, soprattutto in Italia.

Da inizio anno a settembre il saldo dei contratti finanziari destinati al credito immobiliario segna un saldo pari a 100,1 miliardi di R$ riportando un incremento di +34,5% rispetto allo stesso periodo del 2012

Il 64% del credito e' stato destinato all'acquisto di immobili nuovi mentre il restante 36% per l'acquisto di immobili usati.

Sono dati che disegnano una situazione  economica generale in ascesa del paese che in un contesto di  crisi economica globale evidenziano un netto contrasto con la realta' europea, in sintesi i giovani brasiliani vedono un futuro migliore rispetto a quelli europei e italiani.
fonte: Caixa economica federal


martedì 24 settembre 2013

IMMOBILI A JOAO PESSOA




Molti lettori di questo blog chiedono di avere delle informazioni sul settore immobiliare di Joao Pessoa, capitale del Paraiba;  per soddisfare queste richieste ho raccolto alcune notizie che possono darvi un idea di come si stia muovendo il mercato.


Secondo  fonti autorevoli estrapolate da Agente imovel , i prezzi al metro quadro nel mese di agosto, considerando la fascia degli stati appartenenti al gruppo nord-est , vedono  Joao Pessoa al secondo posto dopo Recife (4.888/mq) con un valore stimato di 4.675/ mq.

Ecco la classifica riguardanti le capitali nordestine del mese di Agosto 2013
 Recife R$ 4.888 mq
 Joao Pessoa R$ 4.675 mq
 Salvador R$ 4.277 mq
 Fortaleza R$ 3.876 mq

Tenete presente che il prezzo medio di vendita  in proiezione nazionale nel mese di agosto e' stato di 5.450/mq

Uno dei fattori determinanti che incide direttamente sul prezzo finale degli immobili a Joao Pessoa e' il costo del terreno e il costo dei materiali da costruzione, su quest'ultimo punto e' doveroso informare che i materiali usati sono di qualita' superiore rispetto a quelli adoperati in altri stati del Brasile in particolar modo mi riferisco ai rivestimenti e piastrelle.

E' importante inoltre evidenziare come la manodopera edile locale, sia di bassa qualita', fattore che spinge i costruttori ad avvalersi di forza lavoro proveniente da altri stati; anche questo incide nel costo finale della costruzione e inevitabilmente sul prezzo finale di vendita.

Ma quali sono le zone piu' costose a Joao Pessoa?

La costa della citta' ovviamente dove il prezzo media si aggira intorno ai 4.931 R$/mq, il bairro di Atiplano , il bairro Valentina e in prospettiva i quartieri della zona sud della citta' come il bairro Bancarios dove costruzioni di un certo livello sono sempre piu' frequenti.(fonte Sinduscon jp)



lunedì 19 agosto 2013

A FORTALEZA OGNI GIORNO



Vi piacerebbe essere a Fortaleza ogni giorno a qualsiasi ora?

Buone notizie per gli amanti di Fortaleza, lo avevamo gia' anticipato con il post del 5 dicembre 2011 quando parlammo dell'introduzione da parte del municipio di un sistema di sorveglianza urbano sviluppato in un circuito di videocamere distribuite omogeneamente in tutto il territorio della capitale del Ceara'.

Una cosa che solo dieci anni fa' sembrava inimagginabile, oggi invece grazie all'avvento di internet siamo in grado di scegliere una zona della citta' e osservare in tempo reale cio' che sta succedendo.

E allora potete scegliere di stare sulla zona di Iracema , al Pirata Bar (guarda)

piuttosto che

su Praia do Futuro (guarda)

se preferite potete stare sulla famosa Beira mar (guarda)

Smettete di soffrire di "Saudade" e fatevi un giro a Fortaleza, non solo con il cuore ma anche con gli occhi!

Abraço


mercoledì 31 luglio 2013

SOCIETA' BRASILIANA SRL/PARTE SECONDA






Benritrovati amici e colleghi, in questa seconda parte dedicata all'apertura di una societa' brasiliana srl , vedremo , le tempistiche legate all'avvio della societa' nelle varie fasi necessarie all'ottenimento di tutta la documentazione richiesta.

Il primo passo necessario alla costituzione di una srl e' l'ottenimento del cpf nel caso i soci siano persone fisiche cpf o cnpj  in caso di partita iva. 
Ci sono stati dei casi che potremmo definire veloci, in cui in una settimana abbiamo ottenuto tutto, ma in altre esperienze i tempi di attesa si sono allungati alle cinque settimane, diciamo che nella maggioranza dei casi venti giorni sono quasi sempre sufficienti, la burocrazia varia molto anche da stato a stato.

Secondo passo da compiere e' la registrazione alla junta comercial, anche per questo calcolerei due settimane dall'ottenimento del cpf;

Una volta ottenuta l'iscrzione in junta comercial e' necessario registrare l'azienda con il CNPJ all'autorita' fiscale, in questo caso possiamo calcolare altri 20 giorni.

Dalla registrazione de CNPJ e' obbligatorio registrare i soci nella Banca centrale del Brasile, il Bacen ed e' qui che vengono monitorate tutte le operazioni finanziarie. Per questo ci vorra' 1 settimana.

La societa' deve essere anche segnalata alle autorita' del fisco del comune in cui opera l'impresa, nell'ufficio del CCM cadastro contribuente municipal. Il processo impiega una settimana di tempo.

Contestualmente e' possibile iscriversi all'INSS  e il CEF due contribuzioni della previdenza sociale. Anche per questo servira' una settimana.

A questo punto e fondamentale essere presenti nel registro fiscale statale, la pratica e' denominata "iscriçao estadual" tale iscrizione e' obbligatoria per il versamento e monitaraggio dei flussi dell'ICMS un imposta che possiamo paragonare alla nostra IVA
Questa pratica va a buon fine dopo 60 giorni e non prima di 90

Una volta ottenuta l'iscriçao estadual devono essere aggiornati i dati presso le autorita comunali per il monitoraggio dei contributi previdenziali e sociali, come detto pocanzi. Quest'ultima pratica impiega trenta giorni circa.

Come vedete il tempo per costituire una societa' srl ed ottenere tutti i permessi e' calcolabile in diversi mesi e' quindi preferibile farsi seguire da professionisti e consulenti del lavoro, molto spesso queste pratiche in Brasile vengono seguite da studi legali di avocati i quali poi collaborano con consulenti del settore tributario e fiscale.






mercoledì 3 luglio 2013

SOCIETA' SRL BRASILIANA/PARTE PRIMA







Qualche mese fa' ho avuto modo di confrontarmi con un consulente che si occupa di internazionalizzazione di aziende in Brasile, l'argomento si' e' sviluppato sulle societa' neo costituite in Brasile, nello specifico abbiamo analizzato l'apertuta di una "Societa' srl" o comunemente chiamata in loco "Sociedade Limitada"-LTDA , vorrei condividere alcune considerazioni sorte dalla questione che si e' rivelata interessante soprattutto dal punto di vista tecnico .

Comincio con il dire che questa e' la societa' maggiormente costituita per attivita' inerenti il commercio, e l'import da Brasile verso estero.

Questo tipo di societa' e' pressoche' simile alla nostra srl , come sapete in questo tipo di societa' brasiliana e' anche possibile la partecipazione di soci stranieri purche' sussista la partecipazione di almeno due soci brasiliani essi siano persone fisiche o giuridiche.

Uno dei punti a favore  di questa forma societaria e' la possibilita' di modificare il contenuto dello statuto in modo da tutelare maggiormente i soggetti che hanno l'esigenza di tutelarsi ed avere una gestione completa della societa'.


Altro vincolo per la "Sociedade Limitada " e' per i soci stranieri che devono nominare un procuratore brasiliano o straniero che sia residente in Brasile, questa procedura e' necessaria per acquisire la rappresentanza legale dell'azienda.
Riassumo quella che e' la documentazione da presentare per avviare l'apertura di una "Sociedade Limitada"

 Inanzitutto tutti i soci devono avere il CPF o il CNPJ in caso essi siano persone giuridiche, segue:

-certificato di nascita
-certificato dir esidenza
-Stato di famiglia
-Certificazione dello stato civile
-Certificati penali generali( carichi pendenti e casellario giudiziario)
-Passaporto

Nel caso in cui i soci siano persone giuridiche:
-Atto di costituzione della societa'
-Visura camerale
-Statuto
-Certificati penali (tutti come sopra)
-Documento legale rappresentante

Tutti questi documenti devono essere legalizzati dalle strutture emittenti e tradotti e legalizzati dal consolato brasiliano in Italia.

Con questo termino la parte prima, dedicata alla Socidade Limitada in Brasile. Nella seconda parte nel prossimo post vedremo l'aspetto legato alle tempistiche legate all'ottenimento della documentazione.

Vi ringrazio per l'attenzione.

sabato 22 giugno 2013

CAOS BRASILE E INFLAZIONE MAI COSI' ALTA




I disordini che in questi giorni , si stanno verificando in gran parte del Brasile, hanno radici profonde che nascono da una politica che negli ultimi anni ha portato ad una cattiva gestione degli investimenti pubblici congiuntamente ad una politica monetaria incentrata al rafforzamento del Brasile esclusivamente nella sua  centralita'.

Con la stessa potenza con il quale un tappo di sughero viene spinto dal gas imprigionato da una bottiglia di champagne, tanti elementi messi insieme stanno causando una forte pressione che la popolazione sprigiona con violente proteste nelle strade e piazze del paese, ma se osserviamo la vicenda con un occhio critico e imparziale le motivazioni di tanto baccano non sono oggettivamente percepibili e supportate da uno slogan ed una protesta chiara e comprensibile.

L'aumento delle tariffe dei trasporti pubblici, gli ingenti investimenti milionari , la scarsita' della struttura pubblica in particolare la sanita' e l' istruzione sembrano essere i temi piu' nevralgici, ma quelle persone che stanno alimentando la protesta non sembrano appartenere solamente alla parte piu' povera e disagiata del paese, in mezzo alla folla ho visto persone molto diverse tra loro, tanti giovani, tante donne, ma anche tanti professionisti e tanti lavoratori autonomi.

 Ma allora che cosa sta veramente succedendo in Brasile? Che cosa ci stanno raccontando?

E' sicuramente difficile dare una spiegazione a tanto disagio, ma alcuni aspetti della vicenda sono troppo evidenti per non essere presi in considerazione;

Oggi il Brasile si trova con un evidente apprezzamento del dollaro nei confronti del Real scambiato intorno a 2,25 inevitabile che cio' si ripercuota pesantemente, nell'industria nazionale, sarebbero il 70% del totale le aziende che si approvigionano di componenti importati dall'estero, tutto questo segmento ha subito un aumento di prezzi che inevitabilmente viene trasferito sul prezzo del prodotto finale.

Dunque questo 70% delle aziende forma un importante tassello della struttura economica che vive di scambi tra prodotti e beni importati dall'estero, in sintesi l'import soffre, e poco importa se l'export regge, visto che influenza la bilancia commerciale in uscita.

Inevitabile in queste condizioni un aumento del tasso d'inflazione che gia' oggi si attesta intorno al 6% e' destinato a salire, basti pensare che da maggio a oggi il real si e' svalutato del 10% dato che viene   tradotto con un incremento del valore di mezzo punto  percentuale in piu' nell'indice che misura l'inflazione.

Un paese come il Brasile che trae maggior profitto dall'andamento della bilancia commerciale non puo' portare avanti una politica che predilige decremento dei tassi d'interesse e un incremento del cambio monetario, almeno non con questi attuali  valori di crescita.


L'aumento dei prezzi quindi non e' un problema delle classi meno abbiette, ma rilevante per l' intera popolazione e per l'intero tessuto produttivo e industriale, e' a rischio il futuro di milioni di persone, sono a rischio l'occupazione e il potere d'acquisto del singolo consumatore.

Nelle rivolte brasiliane si evidenzia la voce dell'intera popolazione che strategicamente ha preferito farsi sentire nel momento in cui i riflettori illuminano la scena mostrando all'intero pianeta il momento di difficolta' che il Brasile sta affrontando, un momento in cui il governo puo' essere messo in scacco anche dalla Fifa ,il vero antagonista di questo colossal "Made in Brazil"

Gli interessi in gioco sono tanti , ma il modo con cui la politica ha maldistribuito i danari, privilegiando speculatori e dando ampio spazio a forme obsolete di corruzione a discapito della sostenibilita' dei progetti attuati, sono risultati troppo evidenti e anche la forma di comunicazione scelta dall'intera macchina governativa ha mostrato falle e ora la nave sta affondando, tuttavia essendo nell'era della comunicazione libera  grazie ad internet, il popolo oggi e' difficilmente manipolabile e tutto questo lo stiamo vedendo nelle diverse forme di protesta che stanno portando avanti i brasiliani.



In tutto questo vedo una grande responsabilita' dell'attuale governo Rousself e della politica  portata avanti fino ad oggi, ora le contromisure potrebbere essere ristrette ad interventi mirati e necessari per programmare una crescita nel medio termine, quindi meno soluzioni e maggior concretezza , meno chance per chi governa.

Concludo ribadendo un concetto a mio parere chiaro e lineare:
" Non travisiamo i messaggi che arrivano dal Brasile facendo passare i brasiliani come un popolo incivile e barbaro qui si tratta di una faccenda ben piu' importante,si tratta del futuro dei brasiliani, una lotta di classe che vuol smascherare menzogne e doppigiochi di potenti e corrotti"

 "Tutto mondo e' paese" 



giovedì 13 giugno 2013

TOUR IN FAVELAS, NO GRAZIE!



Ci sono vari modi di fare turismo, uno e' quello all'insegna della spensieratezza e del relax e l'altro consiste nella  ricerca dell'adrenalina pura ,la linea di confine che separa l'uno dall'altro e' facilmente valicabile, in particolar modo se ci si trova in alcune zone del Brasile per definizione ad alto rischio.




Ci sono alcune favelas in Brasile in cui e' consigliabile proprio non entrarci, ma a quanto pare da qualche anno sembra che il tour in favelas sia diventato una tendenza tra i numerosi curiosi che non sono abituati ad avere uno stretto contatto con tanta poverta' e modi di vivere lontani da quelli delle citta' europee tuttavia molti artisti contemporanei hanno piu' volte affermato di emozionarsi dinanzi allo squallore estremo.

 Alla luce di questo ci sono vere e proprie escursioni abusive organizzate da abitanti locali i quali fanno da guida , accompagnando i turisti all'interno di realta' povere e ad alta densita' criminale. Se poi questo giretto lo si vuol fare da soli, ecco che il livello di pericolosita' si alza esponenzialmente, cosi' una semplice passeggiata in mezzo alle baracche puo' diventare un viaggio senza ritorno.

Una vicenda simile e' capitata a due turisti tedeschi in vacanza a Rio de Janeiro.

I due ragazzi si sono addentrati nella favelas Rocinha, popolata da 70 mila persone, una delle piu' pericolose a Rio e divenuta famosa nel mondo, dopo la mega operazione effetuata dalla polizia nel 2011.


L'incontro con un criminale armato di mitra ha provocato tanta paura ed una fuga a gambe levate che non ha potuto pero' evitare ai poco prudenti malcapitati una scarica di proiettili , ferendone uno dei due gravemente  all'addome. Subito dopo essere stato soccorso dalla polizia e' stato accompagnato in ospedale per essere operato di urgenza.

Un' avventura che i due ricorderanno tutta la vita, ma cio' che di importante impariamo della vicenda e' che in determinati luoghi come le favelas non ci si deve entrare neanche per fare turismo!

Fonte: Correio Bahia

martedì 21 maggio 2013

PROPOSTE DI VIAGGIO IN BRASILE





La confederation cup e' alle porte e migliaia di turisti si recheranno in Brasile per assistere a questo evento sportivo e con l'occasione concedersi anche una vacanza perche no!






Qualche giorno fa' ho ricevuto un messaggio da Riccardo un turista fai da te, che attraverso una email formula una richiesta di contatto rivolta a delle persone che siano alla ricerca di compagni di viaggio con destinazione Rio e Salvador.



Di seguito vi ho incollato il suo messaggio:




Spett.le Enrico,
mi chiamo Riccardo e, navigando su internet alla ricerca di informazioni sulla
confederations cup, mi sono imbattuto nel tuo sito.
Stavo cercando di organizzarmi un viaggio per poter assistere ad un paio di partite
( a Rio e a Salvador ) e godere di un po’ di mare.
Se la cosa potesse interessare a qualcuno di tua conoscenza,che magari segua il tuo
blog, sarebbe magari utile poterne parlare per viaggiare insieme.
Sono a conoscenza del tour operator “tour2000” che organizzerebbe il viaggio ma io
vorrei svincolarmi da un pacchetto del genere.
In attesa di eventuale risposta, ti saluto cordialmente.



mercoledì 15 maggio 2013

PASSATEMPI BRASILIANI


Buongiorno amici
Ecco un'immagine degna della rubrica "Succede solo in Brasile"
Questa e'la scena immortalata da alcuni passeggeri alla discesa di un autobus nella zona sud di Rio de Janeiro in Avenida Nossa Senhora di Copacabana.....

Un coraggioso e incosciente carioca ha escogitato un modo per fare surf anche quando non si trova nell'acqua, come potete vedere dalla foto l'ingegnoso atleta ha sfruttato le ruote di una sedia d'ufficio per farsi trascinare da un autobus in corsa, l'immagine e' reale al 100% ed e' stata scattata con il telefonino da alcune persone che si sono accorte del fatto una volta scese dal mezzo giunte alla fermata.

Ora l'interrogativo nasce spontaneo, si tratta di un modo per non pagare il biglietto o semplice passatempo per ammazzare la noia?

Aspetto altre immagini da inserire nella rubrica "Succede solo in Brasile"
Un caloroso saluto.

lunedì 29 aprile 2013

IL TRAFFICO NELLE CITTA' BRASILIANE



L'aumento degli autoveicoli in Brasile e' indubbiamente un segno inconfutabile di un economia che sta navigando a gonfie vele, ma se analiziamo nel profondo questo fenomeno ci sono anche degli aspetti negativi, uno su tutti l'aumento del traffico che si ripercuote nelle strade arrecando pericolo alla popolazione.

Per capire meglio cio' che sto dicendo guardate questo video girato in una strada normalmente trafficata di Recife;




Sembra tutto normale, il pedone attraversa agevolmente la carreggiata come nulla fosse, anzi' con un passo direi quasi collaudato, quasi come se ogni auto sapesse che cosa questa donna avesse intenzione di fare.

Questa signora brasiliana si concede un rischio che avrebbe potuto mettere in pericolo la sua vita e la sicurezza degli automobilisti, il modo in cui ha deciso di attraversare la strada e' da incoscienti!

Per chi conosce il traffico delle citta' brasiliane, questo gesto e' senza dubbio da evitare, oltre ad essere strade ad alto scorrimento urbano, tendenzialmente l'automobilista brasiliano procede ad una velocita' maggiore rispetto allo standard a cui siamo abituati  nelle nostre citta' italiane, oltre a questo i brasiliani sono generalmente molto distratti al volante, purtroppo ho visto questa scena altre volte, con un epilogo differente da questo riportato nel video.

Per questa ragione esistono diversi punti della carreggiata in cui non faticherete a trovare passaggi pedonali, quasi sempre regolati da un semaforo.

Inoltre la maggior parte delle strade in Brasile sono strette e il colore dell'asfalto e omogeneo con il bordo della carreggiata fattore che aumenta la difficolta' nella valutazione della velocita' del veicolo che sopraggiunge  pertanto anche per esperienza personale non attraversate la strada in questo modo ve lo sconsiglio vivamente, per alcuni potrebbe sembrare una raccomandazione banale ma il numero di incidenti che si verificano oggi in Brasile e' molto elevato, fattore che potrebbe essere imputato secondo la mia opinione da una mancanza di esperienza nella guida, mancanza di infrastrutture sicure e da un educazione stradale che dovrebbe essere migliorata, in particolar modo in metropoli come Recife!

Piuttosto riferitemi la vostra opinione anche su altre citta' del Brasile!

A presto.

martedì 9 aprile 2013

AFFITTI PER LA COPPA A 180.000 R$






Cari amici,
manca piu' di un anno all'inizio della coppa del mondo in Brasile, ci avevo giurato che ne avremo visto  di tutti i colori, a giugno si disputera' la confederation cup, l'anteprima dei mondiali di calcio e il popolo brasiliano sta gia' dando i numeri in tutti i sensi!

Osservando quello che fra poco vi mostrero' ,comincio veramente a pensare che il periodo in cui si disputeranno i mondiali di calcio sarebbe forse cosa saggia rimanersene a casa propria, sapevamo che i brasiliani sono un popolo bizzarro ma ignoravo si potesse arrivare a tanto, arriviamo al nocciolo della vicenda;

Come dicevo poco fa' a giugno comincia la confederation cup che si svolgera' in alcune citta' del Brasile, alcune tra queste Salvador, Recife, Rio de Janeiro e Fortaleza.





Citando proprio Fortaleza ho dato un occhiata ad un noto sito internet che si occupa di pubblicare annunci commerciali tra i quali anche immobili in affitto ed e' proprio guardando i prezzi degli affitti nel periodo della confederation cup che ho avuto un sussulto!

Eccovi un esempio


lunedì 1 aprile 2013

MARIO E LA SUA VILLA A CUMBUCO




Buongiorno amici e ben ritrovati, parliamo di Brasile e inevitabilmente raccontiamo storie di luoghi che si incorociano  con quelle di uomini, a proposito di questo oggi voglio parlare di Mario un signore Catanese di 60 anni con cui ho avuto il piacere di chiacchierare qualche giorno fa'.

Mario ha lavorato come dirigente in una grande azienda, per  molti anni e conosce il mondo ed il Brasile,  dopo essere andato in pensione 3 anni fa', decide di costruire una villa in un terreno di 2000 mq a Cumbuco, nota localita a 20 km da Fortaleza, la residenza dotata di una grande piscina, un ampio spazio per vivere e passare momenti di assoluto relax,  viene usata inizialmente , per trascorrere qualche mese all'anno in compagnia della  moglie, per poi affittarla nel periodo in cui torna in Italia come B&B si tratta veramente di una bella villa, che colgo l'occasione di mostrarvi in alcune foto qui in basso.






La residenza prende il nome di Residence Babassu' e' costruita in un terreno di 2000 mq per 500 mq di fabbricato, una splendida piscina lunga 18 mt con cascata( come potete scorgere nello sfondo della foto), per chi conosce lo standard delle ville in queste zone questa si puo' definire una signora villa, ben costruita, con 4 suite, casa del custode, area esterna con churrasco e area di lazer (come amano chiamarla gli architetti brasiliani ) composta da attrezzi per il fitness e tavoli da biliardo per divertirsi con amici e ospiti.
Il tutto ad 80 mt dal mare.



Oggi dopo vari viaggi tra Italia e Brasile, anche per volonta' della moglie, Mario decide di mettere in vendita la villa, a maggio scadra' il contratto d'affitto, momentaneamente in locazione ad un'azienda coreana che usa come sede per i propri uffici.

Dopo aver riflettuto a lungo Mario realizza che una villa del genere non puo' essere lasciata per molto tempo inabitata o senza essere sfruttata a dovere, i costi da sostenere per la manuntenzione e la sicurezza non sono i piu' appropriati per una casa vacanze, cosi' a suo malgrado decide di metterla in vendita con tutti i mobili e gli oggetti di qualita' che tre anni fa' aveva fatto venire dall'Italia con un container.


Questo articolo oltre che a parlare della sua vicenda chiaramente ha la funzione di avvicinare chiunque fosse interessato a trattare l'acquisto di questo bellissimo residence, in particolar modo si raccomanda Mario, dovra' essere una persona che ami il Brasile e ami il luogo e conservi una passione per le cose belle come si presenta Villa Babassu' che con molti sacrifici  Mario ha fatto costruire.


Se siete interessati alla residenza vi lascio i riferimenti per contattare Mario, diversamente lasciate i vostri messagi alla fine di questo articolo.

Mario Condorelli
condorellimario@libero.it
www.resortbabassu.com

lunedì 18 marzo 2013

LEONE MARINO FA SHOPPING A CAMBORIU'


Quello che vedete nella foto in alto non e' un pupazzo di stoffa, ne uno scherzo architettato da qualche buontempone si tratta di un leone marino che stanco della solita vita monotona marina, ha deciso di farsi un giro lungo l'Avenida Atlantica  di Camboriu' , nota cittadina di Santa Catarina.

L'episodio datato sabato 16 marzo ha lasciato con stupore il pubblico che assisteva alla scena inerme,  non capita tutti i giorni di camminare per la strada ed a un certo punto lanciare lo sguardo verso una creatura marina di 2 metri e 500 kg che attraversa le strisce pedonali come se nulla fosse.

Dopo aver chiuso la strada per motivi di sicurezza un comitato formato da  biologi, veterinari e personale addetto alla sicurezza si e' pronunciato dicendo che l'animale ha lasciato il suo habitat naturale per cercare riposo fuori dall'acqua!




Alla fine l'animale terminato il suo giretto tra i negozi di Camboriu' e tornato tra le acque dell'Atlantico, e' proprio vero che a Camboriu non ci si annoia mai!

Certo che un episodio del genere non si era mai visto, un fatto del genere sicuramente meritava di essere inserito nella rubrica di questo blog intitolata: "Succede solo in Brasile"

Contribuisci inviando come in questo caso, episodi strani e singolari che accadono in Brasile, verrano subito pubblicati nella rubrica.




domenica 17 marzo 2013

BLOG BRASILE POST DELLA SETTIMANA GELATO ALLA BIRRA





Cari amici, e' un piacere leggere le notizie riguardanti il Brasile sul web, questa settimana voglio evidenziare come post della settimana l'articolo "Dal Brasile arriva il gelato alla birra" del blog " Scappo in Brasile del blogger giornalista Andrea Torrente.





Il post scritto il 9 marzo parla di questa singolare idea lanciata dal gruppo Skol noto produttore di birra in Brasile, il nuovo gelato sara' diponibile in alcuni negozi di San paolo e Rio de Janeiro, sara in vendita al prezzo di 5 R$ nel formato 150 ml





L'dea sicuramente originale, ha tutte le carte in regola per sfondare nel mercato, generalmente la birra ed il gelato sono due prodotti alimentari che vengono largamente consumati quando si ha la necessita' di dissetarsi creando un piacevole senso di freschezza per tutto il corpo, inoltre il Brasile e' il primo mercato mondiale per il consumo di birra, staremo a vedere se l'dea brillante sara' confermata dalle vendite, l'ultima parola spetta sempre ai consumatori!






In attesa di vedervi con un bel gelato alla birra, leggete il simpatico post del blog Scappo in Brasile che ho reputato il piu' interessante comparso in rete la scorsa settimana.

Un caloroso saluto a presto con la rubrica dei migliori articoli sul web del Brasile!

giovedì 14 marzo 2013

FORTALEZA UNA CITTA' CHE CAMBIA IN FRETTA



Ogni volta che torno in Brasile, rimango impressionato dalla velocita' con cui cambiano le cose, spazi e dimensioni che qualche mese prima erano totalmente inesistenti vengono riempiti da nuove strade, viadotti, grandi palazzi o flatappartamenti da venti piani e piu' , questo e' straordinariamente sbalorditivo, e' il caso di Fortaleza una citta' che cambia in fretta.

Lo sviluppo urbano in Brasile e' un fenomeno di cui ho gia' parlato in passato, quando esco dall'aereoporto  mi diverto ad osservare dal taxi, le cose che avevo lasciato qualche mese prima e mi rendo conto in alcuni punti della citta' del profondo cambiamento avvenuto.


A Fortaleza conosco molte persone e molti amici che vivono e lavorano, sono proprio loro a raccontarmi come la citta' stia attraversando un momento di forte cambiamento,  una delle zone che ha subito una trasformazione radicale e' il bairro di Fatima, popolato da quasi 25.000 persone. Potete vedere qui sotto la sua localizzazione.



Anche dal punto di vista immobiliario, questo quartiere rappresenta un opzione di residenza  rispetto a zone piu' conosciute come Aldeota o Meireles, sono molti i brasiliani che grazie al loro salario
appartenengono oggi alle nuove classi sociali e scelgono di trasferirsi nel bairro di Fatima, una zona



tutto sommato tranquilla, che si sta valorizzando bene e non ancora caotica, a tutto questo aggiungiamo il fatto che gode di una localizzazione centrale nella metropoli, sono tutti fattori che concorrono a far crescere il prezzo al metro quadro.






Ma non sono solo vie e palazzi che cambiano aspetto; se andate a Fortaleza dal 2007 non faticherete a ricordare il relitto di una nave incagliata nella beira mar in direzione Praia Iracema, si tratta di una carcassa abbandonata da tempo che sembrava ormai essere un tuttuno con l'ambiente costiero, oggi non c'e' piu' a seguito di una pulizia della costa ordinata  dalla prefetura.


Come vedete le cose che cambiano sono molte e rapidamente, la citta' ha guadagnato una nuova linea della metro, un nuovo stadio di calcio e di giorno in giorno Fortaleza ed il Brasile intero, si apprestano a cambiare faccia.
Quali sono le differenze che avete notato anche in altre citta' del Brasile?
Sicuramente tante, raccontatele, vi aspetto!

lunedì 11 marzo 2013

METEORE BRASILIANE L'IMPERATORE ADRIANO



Correva l'anno 2001, quando in una calda notte d'agosto un giovane calciatore brasiliano in arrivo dal Flamengo , si presentava al calcio europeo infilando con un missile terra aria la porta dell'incolpevole estremo difensore del Real Madrid, e' la storia di Adriano soprannominato "L'imperatore".


 Adriano si fece apprezzare in fretta  per le sue doti tecniche, ma con il passare dei mesi, condizionato probabilmente anche da una morte accidentale del padre, il suo equilibrio sembra essere minato da comportamenti impropri  per un professionista di calcio che lo vedevano sempre piu' protagonista fuori dal campo.






Gli appassionati di calcio lo conoscono bene, le squadre del campionato italiano in cui ha militato sono Fiorentina, Parma, Roma e Inter ovviamente.

La sua vita sembra piu' un romanzo che quella di un giocatore di calcio, oltre ai magnifici gol ricordiamo le serate in discoteca in compagnia di belle donne, il suo doppio ritorno in Italia e il suo arrivo alla pinetina per gli allenamenti in quelle mattine in cui non si reggeva nemmeno in piedi.




Il suo attaccamento alle origini e la frequentazione della favelas di Vila Cruzeiro in cui e' cresciuto, sembrano essere dei punti fissi nella sua vita, la gente della favelas lo ama , lo acclama, anche se i media hanno piu' volte descritto la sua presenza in questi ambienti come un sostegno per i narcotrafficanti, Adriano sembra smentire tutto ogni volta con il suo comportamento da bravo ragazzo e da vittima illustre.



Nel 2009 sembra aver perso la voglia di giocare, non e' piu' felice, dice di smettere con il calcio, nello stesso anno in aprile chiude con l'inter e ritorna in Brasile a giocare con il Flamengo, la squadra che lo ha lanciato come giocatore, li' la musica cambia, Adriano si ritrova come uomo e come calciatore, quell'anno diventera capocannoniere del Brasilerao e portera' il Flamengo alla conquista del titolo!










Nel giugno 2010 ritorna in Italia con la casacca della Roma, l'inizio sembra buono, ma poi succede quello che e' sempre successo nella sua vita, un destino di sali e scendi, un uomo che passa dalla poverta' alla ricchezza, dalle stelle alle stalle, il suo rendimento a Roma e' discontinuo, in sovrappeso non si allena bene, gli infortuni sono frequenti, siamo di nuovo nella fase discendente, restera' a zero nella casella dei marcatori, pessima esperienza che si conclude con la rescissione del contratto, anche questa volta consensuale come era stato con l'Inter, quasi come a confessare un mea culpa da parte del giocatore.



Nel 2011 torna in Brasile con il Corinthias, sentiremo ancora parlare di lui in Italia, non per le reti segnate, ma per le sue bravate che vengono riportate dalla stampa verdeoro, come la patente ritirata per eccesso di alcol e le notti in discoteca senza permesso della societa' dopo l'infortunio al tendine d'achille.




Nonostante cio', contribuisce alla vittoria del titolo 2011 con il Corinthias , ma lui rimane sempre quell'uomo che a solo a tratti assaporera' la felicita', una felicita' effimera che sembra appartenergli in qualche breve immagine in campo dopo una rete, anche con il Corinthias finira' molto presto.




 Ancora una volta il Flamengo gli concede l'ennesima chance, proponendogli un contratto annuale, ma nel novembre del 2012 e' stanco e depresso e decide di smettere con il calcio o almeno cosi' sembra, ma ancora una volta non e' la scelta definitiva perche' oggi sembra ancora in cerca di una squadra che gli faccia finire la carriera in bellezza ma a suo malgrado non c'e' piu' un club in Brasile che si fidi di lui;

Adriano si e' proposto al Fluminense , all'Atletico Mineiro, il Santos, il Guarani di Campinas e l'Olaria un altro club di Rio de Janeiro, ma nessuna squadra lo vuole piu' , sembra proprio che quello che un tempo veniva chiamato l'imperatore oggi sia tornato infelicemente tra i sudditi!




Grazie comunque Adriano, nel bene o nel male ci hai fatto divertire!

giovedì 28 febbraio 2013

RISTORANTI BRASILIANI IN ITALIA CONOSCIAMO BRAZIL GRILL





Per conoscere fino in fondo un paese come il Brasile e' necessario fare un viaggio all'interno di quelle che sono le tradizioni culturali, ascoltare la musica popolare, sentire le storie delle persone, assaggiare la cucina locale,  per questa ragione ho pensato di lanciare una nuova rubrica in cui parlero' dei ristoranti brasiliani in Italia, oggi conosciamo Brazil Grill.

Grazie ad una chiacchierata con Davide Leonardi, responsabile della comunicazione su internet di Brazil Grill, abbiamo la possibilita' di conoscere questa fantastica churrascaria localizzata a pochi chilometri dall'uscita autostradale di Modena Sud, tra il comune di Castelfranco Emilia e la citta' di Modena.


Visualizzazione ingrandita della mappa

La storia di Brazil Grill comincia dieci anni fa', in quel periodo le churrascarias in Italia non erano diffuse capillarmente come oggi, fu' allora che il signor Zezinho Rodrigues, brasiliano di Fortaleza decise di rilevare al 100% il ristorante che inizialmente gestiva dalla vecchia proprieta',  il locale si distinse fin da subito per le sue carni cucinate a vista sulla churrasqueira servite come vuole la tradizione brasiliana, con il classico rodizio.



Con il tempo Brazil Grill  e' diventato  un punto di riferimento per la comunita' brasiliana e i numerosi appasionati del Brasile presenti in Emilia.

Per farvi un idea di quale sia l'atmosfera che si respira al Brazil Grill guardate questo video, realizzato all'interno del locale;



Niente male, che ne dite?

Nei 200 posti a sedere potete gustare un rodizio da 10 e lode, vengono servite le migliori carni della cucina brasiliana , come picanha, cupim, alcantra, punta di scamone insieme a molte altre, accompagnate da un ricco buffet composto dai caratteristici pao de quejo, fejoada, con tanta verdura e contorni , ma non e' tutto; assieme al buon cibo potete sorseggiare cerveja brasiliana servita ben geladinha, ottimi vini italiani ed esteri e gustose  caipirinhas a vostra scelta!

Se venite il venerdi, la serata e' caratterizzata dalle danze delle ballerine brasiliane con tanta musica brasilera suonata dal vivo o mixata dal dj -)

Gli ingredienti per passare una bella serata ci sono proprio tutti, se passate per Modena, non dimenticatevi del Brazil Grill!


Brazil Grill
Via Emilia ovest, 57
cap.41013
Castelfranco Emilia(MO)

lunedì 25 febbraio 2013

COME DIFENDERTI DAGLI ASSALTI IN BRASILE





Cari amici, brasiliani, italiani, frequentatori del Brasile, chiunque voi siate, questo articolo e' stato pensato per voi, con la speranza che venga letto da piu' persone possibili, vi voglio informare su come difendervi dagli assalti in Brasile.

Come ben sapete, gli assalti in Brasile sono purtroppo, pratica quotidiana, il duro lavoro della polizia non e' sufficiente per debellare questi crimini che colpiscono indistintamente turisti e locali che capitano nel posto sbagliato al momento sbagliato, in questi casi la prevenzione gioca un ruolo importante per non cadere nella rete dei malintenzionati, per questa ragione la polizia civile brasiliana divulga dei comunicati in cui spiega come difendersi in caso di pericolo.


Nonostante cio', gli assalti fanno fatica a diminuire e proprio quando sembra che le guardie abbiano preso le contromisure ai ladri , i virtuosi dell'assalto cambiano strategia e modo di agire dimostrando una creativita' degna del leggendario Arsenio Lupin !

Con l'aiuto di Davide Leonardi, amico e collaboratore di questo blog siamo riusciti ad avere un contributo importante proveniente dalla polizia civile, relativo a quelli che sono gli ultimi stratagemmi usati da chi pratica assalti in Brasile;

1° caso
Siete in macchina e all'improvviso il vostro vetro anteriore viene colpito da un uovo. 
E' molto importante non usare l'acqua detergente e azionare il tergicristallo, la struttura dell'uovo formera' una sostanza viscosa che limitera' la vostra visuale e vi obbligandovi a fermarvi per scendere dall'auto e ripulire il vetro.
 Non fatelo!
L'assalto e' dietro l'angolo, piuttosto limitate la velocita' e cercate di utilizzare la parte del finestrino ancora pulita.



2° caso
Avete raggiunto la vostra auto ben parcheggiata, aprite la porta entrandovi,  richiuse per bene le portiere come buona norma consiglia ,state per accingervi ad azionare il motore , a quel punto vi accorgete che il vetro posteriore e' completamente coperto da della carta, cosa che vi impedisce di effetuare la giusta manovra per uscire dal parcheggio. La cosa piu' spontanea che verrebbe da fare sarebbe quella di scendere dall'auto ed  andare dietro il mezzo per levare la carta che stranamente ostruisce il deflettore.
 Non fatelo!
Dietro l'auto si nasconde il vostro ladro che aspetta di compiere la sua rapina!



3° caso
Siete in un bar, ristorante o un locale di questo tipo, in compagnia di amici , bevendo una birra spensierati. Ad un certo punto entra un tizio domandando a chi appartiene una delle macchine parcheggiate all'esterno, descrivendo minuziosamente la targa, modello e colore, l'auto sta ingombrando il passaggio e gentilmente sta chiedendo al proprietario di uscire per spostarla.
Non fatelo!
In quel momento state parlando con il vostro ladro, si tratta di una scusa per farvi uscire, aprire l'automobile e consegnare le chiavi in mano all'abile assaltante, si tratta di una mossa per rendervi vulnerabili. 
La cosa migliore e' diffidare sempre oppure uscire accompagnato da un gruppo di amici.





Non aspettatevi atti di clemenza, generalmente queste persone sono spietate ed armate e non esitano a premere il grilletto!
Questi sono gli ultimi casi di assalti segnalati  dalle delegazie di polizia, mi raccomando non fatevi mai trovare indifesi e occhi sempre aperti ed un grazie a  Davide, la fonte di questa notizia.
A presto.


RADIOBRASILE e' presente sul portale di Veneto Imprese

RADIOBRASILE e' presente sul portale di Veneto Imprese
www.venetoimprese.it

RADIOBRASILE raccomanda CAPITALBRAZIL-Import-Export rappresentanza in Brasile

RADIOBRASILE raccomanda CAPITALBRAZIL-Import-Export rappresentanza in Brasile
Riservato aziende

INVIA GLI ARTICOLI IN QUALSIASI CASELLA EMAIL(anche la tua o dei tuoi amici)