venerdì 30 luglio 2010

ARRIVO IN BRASILE E PRIMI PASSI


Nel post di oggi , voglio offrire un contributo informativo a qualsiasi straniero intenda viaggiare in Brasile per scopi turistici , scopo di affari , diplomatici ecc. questi accorgimenti vi eviteranno delle perdite di tempo e di denaro inutili nel proseguo del vostro soggiorno brasiliano.
Se arrivate in Brasile e siete gia' in possesso di un visto temporaneo o permanente, la prima cosa che dovete fare e' recarvi nel distretto della polizia federale piu' vicino alla vostra residenza e registrarvi, questo va' fatto entro 30 giorni dal vostro arrivo, in questo modo sarete piu' agevolati nell'ottenere successive documentazioni, in quanto la polizia puo' comunicare con voi tempestivamente.
Nel caso invece vogliate recarvi in Brasile possedendo un visto turistico e la vostra intenzione e' quella di soggiornare per piu' di 90 giorni (visto turistico come turista e' 90+90) dovete recarvi presso il  consolato del vostro paese e dichiarare quale sara' la vostra residenza nel periodo della permanenza in Brasile, cosi' facendo sarete piu' agevolati nel caso abbiate bisogno di documentazioni  che debbano essere notificate ed emesse dall' organo consolare di vostra competenza( es. consolato di Germania per un tedesco, consolato di Spagna per uno spagnolo ecc.).
Ripeto queste due prassi citate poco fa' non sono assolutamente obbligatorie, ma faciliteranno il vostro percorso burocratico nella produzione di documentazioni di cui necessitate, vi ricordo che un cittadino straniero che si reca in Brasile con visto turistico e con visto temporaneo o permanente non ha nessun documento di riconoscimento ufficiale Brasiliano, l'unico documento per identificarsi e' il passaporto, a maggior ragione risulta conveniente muoversi con la registrazione presso la polizia o il  consolato come dicevo prima. Molto importante in questo periodo e' avere sempre con se' i primi due fogli del passaporto fotocopiato,   nel caso dovessimo essere identificati potremmo farlo con l'unico documento che abbiamo a disposizione, non portate sempre il passaporto con voi, potreste perderlo o rovinarlo, rifare il passaporto in Brasile e' una prassi burocratica noiosa , addirittura impossibile.
Per facilitare la vostra ricerca dei vari consolati presenti in Brasile vi lascio un link molto interessante attraverso il quale potete trovare il consolato del vostro paese di origine, presente in ogni stato del brasile, vi ricordo che l'ambasciata generale dove hanno sede tutti i consolati si trova a Brasilia, mentre negli altri stati esistono delle sedi consolari onorarie in grado di dare un assistenza completa.


 Questa guida contiene informazioni riguardanti 200 paesi nel mondo, al suo interno ci sono indirizzi numeri di telefono,email e tutte le informazioni necessarie per contattare il consolato di appartenenza, consultatela a questo indirizzo: www.consulados.com.br/paises
Salutandovi calorosamente, vi ricordo che " Chi ben comincia, e' a meta' dell'opera" spero di aver contribuito ad arrichire il vostro bagaglio riguardante il "Pianeta Brasile" a presto.
ENRIQUEZ

mercoledì 28 luglio 2010

APPROFONDIMENTO SUL VISTO PERMANENTE CONCESSO A INVESTITORI



Nell'ultimo periodo , le persone che manifestano il loro interesse sulle normative riguardanti la concessione dei visti in Brasile risulta essere in forte aumento, la legislazione che regola questa materia e' articolata in modo complesso e spesso nella stesura degli stessi decreti non si riescono a cogliere delle informazioni precise, in questo modo i punti interrogativi aumentano ogni giorno sempre di piu'. In uno dei miei post precedenti avevo trattato l'argomento dei  visti , www.radiobrasile.blogspot.com/2010/03/acquisire-la-permanenza-in-brasile.html citando gli aspetti generali della normativa, questa volta voglio invece approfondire gli aspetti fondamentali riferiti alla "CONCESSIONE DEL VISTO PERMANENTE PER INVESTITORI" .
Facciamo un passo indietro necessario per capire meglio l'argomento. Esiste il Conselho Nacional de Imigraçao ( consiglio nazionale dell'immigrazione) il quale e' vincolato dal Ministerio do Trabalho (Ministero del Lavoro),  il CNLG (acronimo di conselho nacional de imigraçao) e' un organo collegiale che si e' formato rispettivamente, con l' entrata in vigore della legge n 6815 del 19 agosto 1980 la quale regola attraverso i 2 decreti legge varati ( d.l. 840 del 22 giugno 1993 e d.l. 3574 del 23 agosto del 2000) la politica , la coordinazione e tutto cio' che inerente in materia di immigrazione straniera in Brasile, stabilendone i suoi capisaldi, tra questi, e' integrata l'attribuzione dei criteri per ottenere  tutte le tipologie di visti, naturalizzazioni ecc. il link di riferimento  per trovare decreti e legislazioni e' il seguente:  www.mte.gov.br/trab_estrang/leg_default.asp  in lingua portoghese.
Terminata la premessa sui ruoli degli organi competenti andiamo a sintetizzare  il testo riguardante i visti di permanenza rilasciati ad investitori in maniera tale da renderlo comprensibile agli interessati ;
Il decreto 86715 del 10 dicembre del 1981 in regolamentazione al visto permanente stabilisce che tale visto sara' concesso allo straniero che voglia stabilirsi in maniera definitiva in Brasile , la risoluzione normativa n 60 del 2004 del conselho nacional de imigraçao disciplina che l'investitore straniero, e' in grado di ottenere il visto permanente facendo un investimento di 50.000 dollari in moneta straniera, il valore dell'investimento potra' essere inferiore se nel progetto dell'attivita' vengono generati dei posti di lavoro con l'impiego di funzionari, che dovranno essere integrati nei successivi 3 anni, contribuendo in questo modo alla crescita di produttivita' e rendita nel paese.
Questa era la realta', sto usando l'imperfetto perche' la normativa e' stata revocata e sostituita con la risoluzione normativa n 84 del febbraio 2009, la quale stabilisce fino ad oggi il seguente:
(Chiaramente ve la scrivo sintetizzando al massimo i vari punti, mantenendo comunque la parte caratterizzante ai fini della concessione del visto)
 L'autorizzazione del visto permanente per investitore straniero sara' concessa per un investimento il cui valore sia uguale o superiore a 150.000 R$ in moneta straniera, tale visto, sara' concesso per 3 anni, prima della scadenza di questo termine l'investitore dovra' procedere per il rinnovo, nel caso non lo facesse il visto permanente sara' annullato. Se l'investimento dovesse essere inferiore ai 150.000 R$, il consiglio valutera' che all'investimento siano associati determinati parametri,  la richiesta verra' inoltrata direttamente al CNLG il quale esaminera' l'esistenza dei seguenti criteri per la concessione del visto, basati su determinati punti. Nella richiesta sara' esaminato l' interesse sociale, caratterizzato ad una generazione di impiego e rendita nel paese con aumento di produttivita'. Sintetizzando i criteri dovranno essere:
-Quantita' di impieghi generati , attraverso la presentazione di un progetto d'investimento.
-valore dell'investimento e zona del paese in cui sara' applicato.
-settore economico di riferimento dell'investimento.
-contribuzione di aumento di produttivita' e acquisizione di nuova tecnologia
Questa normativa e' applicata per imprese nuove o gia' esistenti.
Se nella richiesta per ottenere il visto permanente,( nel caso l'investimento sia inferiore a 150.000 R$) si riuscira' a dimostrare l'esistenza di questi punti, allora il CNLG tramite il ministero do Trabalho dara' l'autorizzazione al Ministero das Relaçoes Exteriores ( Ministero Relazioni Esterne) di concedere il visto permanente, che ripeto ha una validita' di 3 anni. A sua discrezione il CNLG potra' effetuare durante l'esaminazione della richiesta di visto, dei controlli fiscali della societa' anche tramite la Polizia federale. E' importante comunque capire che non ci sono dei passi identici  da seguire per tutti, tuttavia per ottenere il visto di permanenza ( in caso di valore inferiore ai 150.000 R$),  ci sono delle documentazioni da produrre, che verranno esaminati e giudicati in base a criteri interni del CNLG, con questo intendo dire che la decisione finale spetta al consiglio ed esso ha la facolta' di accettarla o respingerla nel caso non ritenesse che l'investimento sia compatibile con gli interessi economici ed etici del paese.
Vado ad elencare infine quali sono i documenti da presentare per l'inoltro della richiesta per il visto permanente per investitore:
1-domanda per la richiesta
2-delega se necessaria, se l'investitore si fa' rappresentare da terzi
3-Atto costitutivo dell'azienda, al cui interno sia specificato il valore del capitale investito
4-certificazione del SISBACEN o documento che attesti il cambio della Banca in moneta locale che ha ricevuto il flusso di denaro
5-Ricevuta di pagamento della dichiarazione Imposta di Renda dell'ultimo anno dell' azienda richiedente
6-Piano d'investimento dettagliato nei punti sopracitati.
Questa e' l'ultima normativa alla quale si deve far riferimento per ottenere il visto di permanenza come investitore, non dimenticate che l'inoltro di pratiche come queste richiede l'assistenza di un consulente, nel caso contrario dovrete eseguire il tutto con molta pazienza e scrupolosita', la burocrazia brasiliana e' molto lenta e talvolta sembra essere una giungla, inoltre le leggi cambiano a distanza di breve tempo, in particolar modo in un epoca come questa che vede il Brasile crescere rapidamente, a fronte di questo le autorita' ministeriali e gli organi competenti cercano di tutelare il loro paese, attuando delle restrizioni nei confronti degli stranieri che intendono stabilizzarsi in Brasile

lunedì 26 luglio 2010

CENARE AL RISTORANTE AMADO DI SALVADOR

Viaggiare e conoscere nuovi luoghi e' un esperienza stimolante e affascinante , scoprire ed esplorare nuove terre sono attivita' primitive ed esistenti da sempre nel dna umano, per avere una conferma di cio' che sto dicendo e' sufficiente aprire un libro di storia per poter avere degli esempi tangibili, anche in epoche differenti e distanti secoli l'una dall'altra; Marco Polo piuttosto che il popolo dei  Fenici,  I portoghesi e molti altri ancora, tutte queste popolazioni e persone compiono dei viaggi per conoscere, noi stessi quando dobbiamo affrontare un viaggio, programmiamo la nostra destinazione (decidendo dove andare) ,conosciamo il luogo desiderato una volta arrivati a destinazione, e quando torniamo a casa riportiamo le nostre esperienze positive e negative parlando ad amici colleghi e conoscenti cio' che abbiamo visto e vissuto durante il nostro viaggio. Questa introduzione e' necessaria per farvi capire qual'e' il concetto e la funzione di questi miei appunti di viaggio sotto forma di post,esperienze vissute ovvero informazioni per migliorare le vostre prossime esperienze di viaggio, oggi voglio parlarvi di Salvador de Bahia e dell' elegante e splendido ristorante Amado,  www.amadobahia.com.br   localizzato nella praia (spiaggia) di Preguiça nella zona della citta' Bassa di Salvador in Avenida  lafayete coutinho,660.



Visualizzazione ingrandita della mappa


La chicca di questo ambiente e' senza dubbio la sua localizzazione, ovvero, se riservate una cena nella terrazza, avrete la sensazione di stare in mezzo all'oceano,  il buio della notte accompagnato da una candela nel centrotavola calza a pennello con la maestosita' dell 'Oceano che potrete ammirare ,  il ristorante Amado  si trova nella Baia di Todos os Santos  non molto lontano dal centro di Salvador.





Vista sull'Oceano del ristorante Amado

Questo ambiente in stile contemporaneo, e' stato costruito in un vecchio Trapiche, uno di quei posti tipici dove si immagazinano le attrezzature per le imbarcazioni, dispone di 180 coperti, la cucina e' composta da cibi prelibati serviti dallo chef  Edinho Engel ( il quale e' il propietario) accompagnati da specialita' tipiche della gastronomia baiana, non mancano le prelibatezze della casa preparate con passione, che denotano anni di esperienza e perfezionamento , la creativita' di certo non manca , infatti la preparazione di alcuni piatti lo confermano, ad esempio gli spaghetti con pesce della Bahia ( R$ 49,00) o la conosciuta moqueca de camarao (R$ 59,00) . Un occhio di riguardo anche per le bevande visto che la cantina del ristorante offre circa 220 etichette di vini pregiati di 16 paesi differenti, questo ambiente attira il meglio della mondanita' baiana, il suo nome divenuto famoso anche per merito delle numerose premiazioni attribuite da riviste come veja, e' presente nella guida 4 rodas 2006. Ho avuto modo di ascoltare dei pareri di altre persone che sono state all'Amado, come dicevo all'inizio la sua caratteristica maggiore e' il tipo di ambiente e la sua localizzazione, poi qualche parere discordante sul valore economico della cena mi e' giunto all'orecchio ,  normalmente il prezzo che pagherete a fine serata e di circa 150 R$ a testa, senza esagerare con  il vino, per un ambiente del genere ritengo sia comprensibile. Altri amici mi hanno raccontato con entusiasmo della possibilita' di bere un aperitivo al calar del sole, infatti il ristorante Amado si trasforma in Bar Amado allietando la sua clientela con caipirinhas preparate in svariati modi o per i piu' esigenti esiste una carta delle cachaças e sigari cubani e baiani, anche se quest'ultimi li terrei per il dopo cena a stomaco pieno! 

RADIOBRASILE e' presente sul portale di Veneto Imprese

RADIOBRASILE e' presente sul portale di Veneto Imprese
www.venetoimprese.it

RADIOBRASILE raccomanda CAPITALBRAZIL-Import-Export rappresentanza in Brasile

RADIOBRASILE raccomanda CAPITALBRAZIL-Import-Export rappresentanza in Brasile
Riservato aziende

INVIA GLI ARTICOLI IN QUALSIASI CASELLA EMAIL(anche la tua o dei tuoi amici)