sabato 16 ottobre 2010

CAMBIO ORA IN BRASILE


Alla mezzanotte di oggi sabato 16 ottobre scattera' in Brasile il cosidetto orario estivo, che comunemente viene chiamato da noi europei orario legale. Questa misura verra' adottata negli stati del sud, sud-est e centro ovest, questo sistema consentira' alla popolazione di usufruire della luce naturale per un ora in piu' ogni giorno, tale orario sara' in vigore fino al  20  febbraio 2011, data in cui l'orologio tornera' all'orario attuale. Ecco l'elenco dettagliato degli stati che da stanotte cambieranno l'orario: Rio Grande do Sul, Santa Caterina,Parana',Sao Paulo, Rio de Janeiro,Espirito Santo,Minas Gerais,Goias,Mato Grosso e Mato Grosso do Sul. Le disposizioni ottemperate in riferimento all'orario estivo o comunemente chiamato  di "verao" vengono regolate attraverso il decreto legge 6.588 dell' 8 settembre 2008. Nei paesi  situati vicino la linea equatoriale non ' si verificano grossi problemi in quanto e' presente una quantita' di luce sufficiente che consente l'illuminazione durante tutto il giorno, in questo senso il Brasile e' l'unico paese della fascia equatore ad adottare il cambio d'orario, la decisione di adottare questa misura deriva da un aspetto  legato alla sicurezza del sistema energetico( ONS operador nacional de sistema eletrico), il punto altamente critico si verifica intorno alle 18, in questo periodo della giornata la maggior parte della popolazione finisce di lavorare e comincia ad usare apparecchiature elettriche, contemporaneramente inizia il tramonto del sole richiedendo il funzionamento dell'illuminazione pubblica, percio' considerando la grandezza del Brasile viene spontaneo intuire come ci sia bisogno di  un elevata quantita' di energia  , provocando un sovraccarico che rischia di compromettere come accennavamo poco fa' il sistema elettrico del Brasile, da questa esigenza nasce la necessita' del cambio dell'ora.


Il Brasile possiede un sistema elettrico di elevate dimensioni

mercoledì 13 ottobre 2010

CONOSCIAMO IL PRESTITO "CONSIGNADO"


Buongiorno amici, nell'articolo di oggi dedicato all'economia, vi parlero' di alcune tipologie di prestiti e del buon momento che sta attraversando il settore del credito in Brasile, un comparto che registra continui incrementi grazie ad una  forte domanda , che deve supportare una crescita globale che sta beneficiando il settore immobiliario e quello dei consumi in generale. Comincerei da un articolo ripreso dal quotidiano "Diario do nord est" di Fortaleza pubblicato lunedi' 11 ottobre, intitolato " Juro do Consignado Cai no Ano" il pezzo ,come suggerisce il titolo, parla della diminuzione dei tassi di interesse relativi al "credito consignado", riportando dati positivi e proiezioni rispetto al 2009 confortanti, secondo il quotidiano questa forma di credito,  sarebbe in aumento. Entrando nel merito vorrei rapidamente parlarvi di come funziona questa linea di credito, che viene concessa esclusivamente a: dipendenti statali, militari, impiegati federali, a pensionati ( rivolgendosi alle banche convenzionate MPAS) e impiegati o funzionari di imprese private; la banca concedente un prestito, finanziamento o leasing tratterra' automaticamente la rata patuita, direttamente dal salario mensile della persona fisica, che generalmente varia a seconda della cifra concessa (il prestito non supera mai i 72 mesi) , questa tipologia di credito bancario, risulta essere molto piu' sicura per chi presta denaro, in quanto nel caso di mancato pagamento sara' l'azienda che ne rispondera'. Normalmente e' una formula creditizia che viene usata per quelle persone che vedono il proprio nome iscritto nei registri del Serasa o Spc, il valore concesso dipende strettamente dalla tipologia di stipendio percepito e in ogni caso la rata non potra' essere superiore al 30% del salario. Avrete gia' intuito che i soggetti che ricorrono a questo tipo di prestito sono persone che hanno un estremo bisogno di liquidita', e comunque non troverebbero altre societa' o istituti che lavorano in maniera legale, intenzionati a concedere crediti di questo tipo, in quanto il loro rischio di insolvenza risulterebbe alto, in effetti parliamo di interessi mensili che variano da 1,5 a 3,5% al mese, se facciamo un' analisi rapida della cifra che andrete a negoziare capirete immediatamente che si tratta di una linea di credito molto onerosa per il richiedente , tutto questo e' improponibile, parliamo di cifre che rasentano il limite di usura! E' chiaro che questi prestiti non sono certo da consigliare al vostro migliore amico, a meno che la sua situazione debitoria attuale non derivi dall'uso improprio di strumenti come " Cartao de Credito" paragonabili  alle famose carte di credito revolving o " Cheque Especial" dove in questo caso gli interessi sono ancora piu' onerosi.Ora che vi ho spiegato che cos'e' il credito consignado, tornerei all'articolo di inizio pagina, credo sia doveroso muovere una critica nei confronti di questo trafiletto, in quanto cio' che viene enfatizzato e' l'aspetto positivo nel passare da una situazione debitoria disastrosa ad un' altra che definirei difficile, tuttavia quello che e' successo e sta' tuttora accadendo nel mercato del consumo brasiliano evidenzia un forte entusiasmo e una predisposizione eccessiva nell'acquistare tutto per forza, anche se non esiste un reale bisogno, spingendo le persone ad indebitarsi attraverso le carte di credito,
molto in auge in Brasile, strumenti che consentono la rateaizzazione anche di un paio di scarpe da tennis! A maggior ragione , consiglio maggior cautela nell'esporsi a questo tipo di prestiti, perche' in realta' non sono per niente convenienti. Vorrei conoscere la vostra opinione riguardo questo argomento, e vi invito a lasciare dei commenti utili a chi auspica una vita in Brasile e in particolar modo a chi gia' vive in Brasile. A presto.
Un caloroso saluto.

domenica 10 ottobre 2010

NUOVI VISTI PER LAVORO E STAGE


All'interno di questo blog ho sempre dedicato ampio spazio al tema riguardante le normative esistenti per la concessione dei visti e per la permanenza degli stranieri in terrritorio brasiliano, l'aspetto legislativo legato a questo argomento rappresenta il primo passo da compiere nel caso in cui, vogliate trasferirvi in Brasile per un lungo periodo. Realizzare un progetto e non conoscere le informazioni che lo caratterizzano e' un modo di procedere insensato , il risultato sarebbe uno spreco di enerige, tempo e denaro inutile, allungando i tempi di raggiungimento del nostro obbiettivo,  per questo motivo ritengo fondamentale la conoscenza delle leggi che regolano la permanenza di uno straniero in Brasile. Le novita' introdotte dal conselho nacional de imigraçao riguardano l'attuazione di due nuove misure, pubblicate il 29 settembre nel diario oficial da uniao ( diario ufficiale), si tratta delle normative n. 87 e 88 del 15 settembre 2010  integrate nel testo legge n.6815/80 del 19 agosto 1980 (fedelmente riportata in questo blog) che disciplinano la permanenza di lavoratori stranieri attraverso la concessione di due nuovi visti, concepiti con lo scopo di snellire le pratiche per effetuare  training e stage presso aziende e universita' brasiliane. Vediamo nello specifico cosa dicono queste due normative, cominciando dalla n.87 la quale si riferisce al cittadino straniero impiegato in un' azienda straniera, la cui concessione del visto riguarda  il dipendente che deve recarsi in Brasile per effetuare un training, una formazione tecnica specializzata, presso una filiale facente parte dello stesso gruppo dell'azienda in cui e' impiegato il richiedente.Tale visto avra' la validita di un anno.
La documentazione necessaria da presentare, per richiedere questo visto e' la seguente:
-Documentazione che certifica il rapporto di lavoro tra azienda straniera  e azienda brasiliana facente parte dello stesso gruppo
-Documentazione o contratto che attesti la richiesta di personale in Brasile
-Dichiarazione della motivazione della richiesta di personale
-Certificazione da parte dell'azienda richiedente, della remunerazione che percepira' lo straniero
Altra documentazione potra' essere richiesta dal conselho nacional de imigraçao, nel caso la commissione esaminante lo ritenesse necessario, voglio ricordare come gia' fatto in passato che questi sono i documenti necessari per protocollare la richiesta per l'ottenimento del visto, ma la decisione finale spetta al Ministero do trabalho e do Emprego attraverso l'organo di competenza conferito al consiglio nazionale di immigrazione sopra citato. L'altra normativa invece, la n. 88 parla di concessione di visto permanente rilasciato a personale straniero che intenda recarsi in Brasile per effetuare uno stage, sempre facendo riferimento gli articoli n. 4 e n 13 della legge generale, cioe' la n.6815/80 del 19 agosto 1980. Anche per quanto concerne gli stage dovranno esistere i presupposti tali, per far si che la richiesta risulti coerenti con il tipo di insegnamento che lo studente ricevera' e gli studi eseguiti nel luogo di origine. Anche questo visto ha la validita di un anno e potra' essere prorogato una volta per egual periodo. Questa normativa revoca le precedenti n.41/99 e 42/99. Per tenervi aggiornati in materia legislativa leggete gli articoli della sezione Radiobrasile-legislazione.

RADIOBRASILE e' presente sul portale di Veneto Imprese

RADIOBRASILE e' presente sul portale di Veneto Imprese
www.venetoimprese.it

RADIOBRASILE raccomanda CAPITALBRAZIL-Import-Export rappresentanza in Brasile

RADIOBRASILE raccomanda CAPITALBRAZIL-Import-Export rappresentanza in Brasile
Riservato aziende

INVIA GLI ARTICOLI IN QUALSIASI CASELLA EMAIL(anche la tua o dei tuoi amici)