sabato 9 febbraio 2013

MIGLIOR POST DELLA SETTIMANA, CARNEVALE DI SAN PAOLO






Ben ritrovati amici, considerato che in questi giorni entriamo nel vivo del carnevale e' anche il caso di augurare: "Buon carnevale a tutti"

Voglio cominciare oggi, una rubrica dedicata a chi ogni giorno racconta il Brasile, un occasione per dare visibilita' agli autori di quei contenuti unici tanto utili ad ispirare le nostre azioni, tracce di vita raccontate nei blog che colorano le nostre giornate e istintivamente innescano scintille di creativita' che si trasformano poi in sogni, progetti e aspirazioni.

Ogni settimana riportero' quello che a mio giudizio e' stato il miglior post scritto nei blog che trattano il tema Brasile, quello che mi ha trasmesso piu' emozioni o quello che dal mio umile punto di vista  ha fornito una presentazione migliore dell'argomento trattato. Per questo vi prego di non giudicarmi ma cio' che vi chiedo e' di sostenermi aiutandomi a dar voce all'iniziativa o anche di mandarmi i vostri suggerimenti in modo tale da essere voi a decidere quelli che saranno i post maggiormente degni di nota ogni settimana.

Quale miglior modo per fare un omaggio al carnevale se non quello di inviarvi il miglior articolo della settimana indicandovi il post del blog "Scappo in Brasile" del 6 febbraio 2013 intitolato: "Il video del carnevale brasiliano a San Paolo" scritto da Andrea Torrente.

Il post a mio parere descrive in modo realistico un momento di carnevale della citta' di San Paolo e attraverso il video trasmette un mix di sensazioni che dipingono alla perfezione la festa che ogni anno fa' impazzire il Brasile

Eccovi il lin copiato e incollato, buona lettura e buona visione e complimenti ad Andrea.





In questo video Scappo in Brasile è andato per le strade di São Paulo per mostrare la festa del Carnevale brasiliano.

Ogni anno infatti, nelle settimane che anticipano il Carnevale, moltissime città organizzano i blocos de rua, ovvero dei concerti a bordo dei carri che sfilano per i quartieri dando vita al tradizionale Carnaval de rua, il Carnevale di strada.
Sono feste tipiche del Carnevale brasiliano, molto diverse dalle celebri sfilate delle scuole di samba che si tengono nei sambódromos. Il Carnevale brasiliano di strada affonda le sue radici all´epoca della Corte imperiale portoghese. Ogni anno riunisce milioni di persone per le strade. Generalmente i blocos de rua posseggono un nome che ha a che fare con il tema musicale. Il bloco del video è il celebre Sargento Pimenta, una rivisitazione in chiave marchinha de carnaval (il ritmo tipico del Carnevale brasiliano di strada) dei grandi successi dei Beatles. Da dove proviene la traduzione in portoghese di Sergent Pepper.


Arrivederci alla prossima settimana, con i post migliori riguardanti il Brasile.

giovedì 7 febbraio 2013

LA CUCINA BRASILIANA E LA CARNE DO SOL

Ben ritrovati amici, oggi ho deciso di farvi venire l'acquolina alla bocca, parliamo di esperienze sensoriali ad alto gradimento, il Brasile ne offre diverse :) ,  questa volta mi riferisco alle delizie del palato, avete mai assaggiato la carne do sol?



E' uno dei piatti che preferisco e quando mi trovo al nord est , non mi faccio mancare mai un piatto di carne bovina do sol,  una specialita' tipica nordestina che viene tagliata, salata, appesa e lasciata seccare dalle 72 alle 96 ore in un luogo coperto e ventilato portando cosi' il suo stato alla disidratazione.





 Le avverse condizioni climatiche della zona semi arida hanno permesso un' affinazione nella preparazione della carne do sol, oggi questo piatto viene comunque preparato a livello industriale in tutto il Brasile, ma e' bene sapere che solo nella zona nord- nord est, riuscirete a gustare la vera carne do sol preparata come vuole tradizione nordestina.




Il clima meno secco presente in altre zone del Brasile, consente la preparazione di altre carni, ugualmente gustose ma non a livello della carne do sol (almeno secondo il mio parere), un' eccezione puo' essere fatta per lo charque un altro tipo di disidratazione della carne maggiormente praticato nel sud del Brasile, ma fate attenzione perche' molti brasiliani chiamano con lo stesso nome carne do sol e charque.



Parlando con alcuni amici brasiliani ho scoperto altri particolari, ad esempio che la carne do sol viene salata con un sale piu' fino  inoltre la carne do sol puo' essere preparata anche con carne di capra, al contrario della prima  che e' preparata solo con carne bovina in ogni caso, alla vista lo charque si presenta di un marrone piu' scuro.


Purtroppo questa carne tanto gustosa , non si riesce a mangiare in Italia, i ristoranti brasiliani e le churrascarias sono molte ma credo che non si riesca ad importare dal Brasile, anzi approfitto per fare un appelo, se qualcuno conoscesse un ristorante in Italia dove viene servita la carne do sol non esiti a contattarmi!

Buon appetito!

Potrebbe anche interessarti:"Ristoranti in Brasile Boi negro grill"

mercoledì 6 febbraio 2013

SCOPRIRE IL BRASILE DESTINAZIONE PRAIA ATALAIA

Oggi voglio parlare di spiagge e scoprire assieme a voi magnifici luoghi del Brasile, siamo nello stato del Sergipe, la localita' e praia Atalaia prossima ad Aracaju', capitale del Sergipe, stato localizzato a nord est del Brasile;



Appartenete a quella categoria di turisti che preferiscono luoghi meno battuti dal turismo di massa a quelli reclamizzati nei cataloghi delle agenzie turistiche?
Se la vostra risposta e' si, prendetevi un paio di minuti per leggere questo articolo.

Dall'aereoporto internazionale Santa Maria di Aracaju', sono sufficienti dieci minuti per raggiungere
praia Atalaia,  strade linearmente asfaltate, contornate da piste ciclabili, larghi e ordinati marciapiedi sono le caratteristiche urbane della costa Atalaiana, siamo a 6 km da Aracaju' ,qui' la tranquillita' e' una prerogativa, ma questo non significa che ci si dovra' annoiare, abbiate pazienza.



Cominciamo dalle attrazioni. Chi non vuol farsi mancare una suggestiva visita a sfondo naturalistico, deve ricordarsi di fare una capatina all'Oceanario,  un museo e parco tematico dedicato alle creature degli abissi, prezzo d'entrata 12 R$, ne vale la pena e' uno degli acquari piu' grandi del Brasile.


Capitolo escursioni, a 110 km verso sud vi consiglio di fare un giro a Mangue Seco, di cui avevo dedicato un post qualche anno fa', un vero e proprio paradiso, rinomato per chi ama praticare ecoturismo, anche le escursioni sulle foci del fiume Rio San Francisco dicono siano molto gettonate, ma non ho ulteriori informazioni in merito.





La sera per cenare e divertirsi, la zona boema della pasarela do caranguejo e' la scelta migliore, dovete mangiare il caranguejo servito in acqua e sale, il caranguejo rappresenta uno dei piatti tipici locali. Dopo cena, la presenza di numerosi bar e locali si accompagna alla divertente musica nordestina











Ad essere pignoli una delle pecche di Praia Atalaia, non e' legata alla localita' stessa ma al raggiungimento, non essendo quello di Aracaju', un aereoporto molto trafficato a livello turistico, e' necessario prendere un volo per Salvador per poi prendere la connessione per Aracaju', questo impedisce a gran parte dei brasiliani specialmente per quelli che vengono dal sud un viaggio agevole, stesso discorso per chi arriva dall'Europa, non si incontrano durante l'anno molti voli charter questo incide anche sul prezzo del biglietto aereo.


Potrebbe anche interessarti:"Turismo Brasile praia do Forte"

IDEE PER INVESTIRE IN BRASILE



Buona giornata a tutti, ho intitolato questo post "Idee per investire in Brasile" per potervi dare un indicazione di quelle che sono le tendenze dei consumatori brasiliani e conoscere su quali settori economici gli esperti di mercato consigliano di investire determinate somme per aprire un attivita' imprenditoriale.


Sono un agente commerciale da 15 anni , abbastanza per capire che ogni economia di qualsiasi mercato al mondo, prima di essere approcciata e colpita va' inanzitutto studiata, osservare lo stato sociale, la cultura, le abitudini, usi e costumi dei soggetti che compongono un contesto economico e' la fase piu' importante del nostro business e la prima operazione da eseguire per pianificare tutto il resto, in sintesi e' necessario osservare, ascoltare e prendere informazioni.






Come potremmo decidere di investire in qualche cosa senza prima conoscere minuziosamente  ogni aspetto di cio' che caratterizza il nostro investimento, i fattori che lo influenzano , a maggior ragione quando parliamo di mercati esteri come quello brasiliano che si trova a 10.000 km da casa nostra e' necessario essere cauti, l'unico modo per fare questo e' documentarsi,  anche in questo caso studiare il mercato in modo da poter ridurre al minimo il rischio d'impresa.

Ci sono delle aziende in Brasile che mettono a disposizione la loro conoscenza in un determinato mercato offrendo tutti gli strumenti necessari per iniziare un business ed aprire un attivita' in proprio, questo accade anche in Italia, queste attivita' vengono svolte sotto forma di affiliazione o di franchising.



L'azienda che propone il franchising ci espone tutti gli aspetti dell'affare e poi ci offre tutti gli strumenti per operare nel mercato, in questo modo possiamo replicare un business gia' percorso investendo con i nostri capitali ma accorciando il tempo di ritorno dell'investimento, vediamo una delle affiliazioni proposta oggi in Brasile e che ho ritenuto piu' interessante evidenziare.





Si tratta di una soluzione  facilmente accessibile, dove si investe meno denaro all'inizio e ovviamente ci vuole piu' tempo per rientrare dall'investimento.



L'industria automobilistica e' in costante crescita e quindi un attivita' che faccia parte di questo indotto e' il "lavaggio auto".


Come ho gia' accennato non e' sufficiente individuare una potenziale richiesta del mercato per avere un business di successo, ma e' fondamentale conoscere gli aspetti che caratterizzano l'investimento;

 i brasiliani oggi possiedono un'elevata sensibilita' nei confronti dell'uso idrico, l'acqua e' una risorsa da gestire, questo deve essere messo in considerazione, ci sono delle aziende che propongono affiliazioni fornendo soluzioni a largo risparmio d'acqua, inoltre i prodotti per la cura dell'auto devono essere ecologicamente compatibili, il Brasile punta molto sull'ecologia, rappresenta uno slogan per il mondo, basta ricordare la mascotte selezionata per la coppa del mondo (Fuleco) , quindi anche sotto questo punto di vista l'offerta dovra' essere calibrata.




Una delle aziende che propone l'apertura di un lavaggio auto in franchising si chiama AcquaZero , le filiali in funzione sono gia' 46 in tutto il Brasile, il fatturato medio mensile si aggira sui 20.000 R$ l'investimento minimo iniziale richiesto e' di 6.000 R$ ed il ritorno dell'investimento e stimato in 24 mesi.

Questa e' sicuramente oltre che una proposta di franchising anche un idea, in quanto il business e' solo all'inizio e la vendita delle automobili in Brasile e' ogni anno in costante aumento.

In bocca al lupo!

Leggi anche il post correlato: "Autolavaggi che affari per l'export"

martedì 5 febbraio 2013

MERAVIGLIE BRASILIANE LA REGINA DEL CARNEVALE

Valesca Popozuda una regina del 2012 a Rio

Ogni anno, quando ci mostrano le immagini delle ballerine, alla fine del TG5, nel servizio dedicato al carnevale brasiliano, i nostri occhi si illuminano, uno scemo sorriso appare nei nostri volti , un po' come quando mordiamo un pezzo di cioccolato e per l'effetto delle endorfine ci sentiamo felici, una botta di vita... queste bellezze brasiliane rappresentano la regina del carnevale.


Non so' quanti di voi conoscano il significato di "Regina del carnevale", chiedendo un po' a questo e un po' a quello ho cercato di darmi una spiegazione, purtroppo  ho trovato versioni discordanti tra loro, ma un' idea me la sono fatta e tentero' di raccontare la mia versione;





la rainha do carnaval nella mitologia carnevalesca e' colei che sta a fianco del Re momo e della principessa, completando quella che e' la scena reale di corte rappresentativa del carnevale che viene poi accompagnata dalle danze dei ballerini delle scuole di samba, dagli artisti che danno corpo alla festa esibendosi e cantando mentre la popolazione accompagna il tutto costituendo il cosidetto "Bloco"   chiudendo perfettamente il cerchio.






La regina potete vederla a fianco del grande tamburo, sambando freneticamente a corpo seminudo come un angelo o un diavolo( la similitudine regge con entrambi gli aggettivi) calamitando l'attenzione di tutti;


 Mi sembra ovvio, seguendo questa premessa che la regina deve essere quanto di piu' bello il genere femminile possa offrire  oltre ad essere un abile ballerina, per questo vengono organizzati dei veri e propri concorsi per eleggere quella che ogni anno sara' la regina del carnevale.


A questa interessante leggenda dai tempi moderni si e' aggiunto il business, la voglia di trasformare il carnevale in un evento megaricettivo in grado di attirare aziende, pubblicitari e qualunque altro elemento in grado di generare money, si avete capito bene, soldi, tanti freschi e profumati.

Seguendo questa logica anche la regina ha visto il proprio ruolo sfalsarsi adattandosi al carnevale profittevole e consumistico costringendo gli organizzatori a scegliere una diva che sia piu' famosa che vicina ai canoni della vera regina del carnevale tradizionale, per questo molte volte, in particolar modo nei carnevali di Rio e San Paolo capita di vedere due regine che ballano quasi come sfidandosi a ritmo di samba perdendo per certi versi quella commedia originale che vuole la regina dedita unicamente al re.


Ma non tutti i mali vengono per nuocere:"Doppia regina, doppia soddisfazione!".
Agli occhi di noi maschi intendo!


La scelta della regina da diversi anni in un modo o nell'altro avviene in gran parte delle citta' del Brasile attraverso l'organizzazione di concorsi, regalando immagini idilliache al pubblico locale e a quello spettatore dal resto del mondo, spettatori televisivi compresi! :)


Provare per credere!

Quest'anno a Salvador l'ha spuntata Isis Rosario. (foto in basso)
Che ne pensate sara all'altezza?


VIVERE IN BRASILE E VIVERE IN CEARA'



Qualche settimana fa' ho parlato della massiccia presenza di connazionali in Ceara', in quell'occasione parlavamo di turismo, questa volta vorrei invece parlare degli Italiani che hanno deciso di vivere in Brasile, anzi vivere in Ceara' per motivi legati al lavoro cioe' ottenendo un visto di lavoro temporaneo o permanente.

Cominciamo dalle certezze citando dei numeri relativi al 2012

Sono 127 gli Italiani che hanno ottenuto un visto di lavoro in Ceara', il 4,1% in piu' rispetto al 2011
 continuando ad analizzare i dati elaborati dal MTE ministero trabalho emprego, l'Italia e' il terzo paese nella classifica dei paesi che offrono lavoratori allo stato del Ceara' pensate che tre anni fa', nel 2009 l'Italia occupava la prima posizione, oggi deve lasciare il podio alla Corea del sud, che con 256 lavoratori prestati  passa in prima posizione , il secondo posto al Portogallo con 172 lavoratori, dietro di noi la Spagna ben distaccata con 75 lavoratori.



Ecco la classifica completa dei paesi emissori di lavoratori, delle prime nove posizioni:

1° Corea del sud 256
2° Portogallo 172
3° Italia 127
4° Spagna 75
5° India 62
6° Stati Uniti 55
7° Francia 28
8° Cina 24
9° Regno unito 16


967 visti di lavoro emessi nel 2012 in Ceara'

Una delle cause principali dell'aumento di lavoratori coreani sembra essere dovuta alla prestazione di manodopera a favore del complesso siderurgico Pecem , il nuovo polo siderurgico nella periferia ovest di Fortaleza, i visti di lavoro con vincolo impiegatizio sarebbero 278 quelli invece senza vincolo impegatizio sarebbero 232 tra quest' ultimi sarebbero comprese le famose assistenze tecniche dove i visti di lavoro concessi sono temporanei e anche di 90 giorni.
FONTE:MTE

E voi siete gia' in Brasile per lavoro o avete in programma di farlo in futuro?

Potrebbe anche interessarti: "Lavora in Brasile se sei un tecnico"

lunedì 4 febbraio 2013

SABATO NOTTE ALDO MACHUCA EDGAR





Oi Galera!
ainda luta brasilera, ainda uma briga pelo cinturao nos UFC 156 essa vez no octogono sobem o brasileriro jose' Aldo que vai enfrentar o americano Frankie Edgar en Las Vegas.

Um omengamem para os amigos brasileros que moram na Italia.







 Il 32% delle persone che assistono ad un evento sportivo in Brasile, seguono l'UFC la lotta brasiliana che a suon di calci volanti e colpi marziali proibiti garantisce uno spettacolo a volte fin troppo duro per gli spettatori; ma il sistema e' come quello americano uno sport basato sulla spettacolarita' prima di tutto anche se a volte la brutalita' dei combattimenti mostra avversari sanguinanti che barcollano sul ring quasi come fosse una mattanza, personalmente questo impressiona molto, ma si sa' cio che affascina di piu' e' cio' che viene portato all'estremo.



Ieri  a Las Vegas il brasiliano Jose' aldo campione della categoria del suo peso, nell' UFC156 ha incontrato  Frankie Edgar, il combattimento e' stato molto duro per entrambi regalando fasi in cui Aldo sembrava prevalere facendo sanguinare subito l'avversario che poi e' riuscito a contenere i colpi brutalmente inferti ma senza mai dare la sensazione di avere il match in mano.

Jose' Aldo ha prevalso ai punti ed ha difeso la cintura per la sesta volta nel WEC cioe' il world extreme cagefighting

Anche sabato alle 20 brasiliane l'UFC ha regalato dei combattimenti spettacolari, teniamoci aggiornati sui prossimi eventi.
Ate' prosima!

Leggi anche: "UFC lotta brasiliana"

ECCO COME SI VIVE A SAN PAOLO

Andare a vivere in Brasile, un argomento spesso oggetto di dibattito tra internauti, frequentatori di blog e portali specifici che riportano storie e modi di vivere del paese verde oro, le aspirazioni sono diverse tra loro sia nella scelta di che cosa si andra' a fare e nel luogo in cui si vorrebbe trasferirsi, Rio, Recife, Fortaleza,Porto Alegre, Salvador, San Paolo le citta' sono tante e ognuna di essa rappresenta un incognita.




Prendendo in causa l'ultima citata andiamo a vedere quello che dicono le persone che gia' ci vivono, ascoltiamo secondo la loro opinione come si vive a San Paolo.



Alla domanda:  La qualita' di vita a San Paolo ad oggi e' migliorata rispetto al passato? 
Il 38% risponde si, e' migliorata.
Il 10% dice no, e' peggiorata
Il 52% invece afferma che le cose sono rimaste invariate.

Il 56% delle persone afferma che lascerebbe la capitale per stabilirsi altrove.
fonte ibope

Detto questo a quanto a pare la vita di San Paolo non sembra essere delle migliori, ora non so' quante persone siano veramente interessate a San Paolo come citta' ideale per vivere, obbiettivamente non credo siano molte, io personalmente trovo San Paolo una buona citta' per lavorare, per fare affari,  stiamo parlando di una citta' che rappresenta il cuore finanziario del Brasile , l'afflusso di manager, agenti, operatori commerciali e altre figure di questo tipo e ' assidua, ogni giorno negli alberghi, nei ristoranti, e negli uffici di San Paolo si incontrano migliaia di persone per parlare d'affari e creare nuovi contatti, questa e' sicuramente una grande opportunita' per Il Brasile e per il resto del mondo, ma da qui a dire che la qualita' di vita e' invidiabile ci passa il mare in mezzo, anzi l'oceano.


Uno dei fardelli che la citta' si addossa da sempre e' la questione della sicurezza, dicono sia peggiorata, troppi assalti e furti, anche omicidi purtroppo, altro cruccio sembra essere anche la sanita' che registra lunghi tempi d'attesa fino a 178 giorni per un intervento chirurgico mentre 86 giorni sarebbe il tempo medio per la prenotazione di una visita. In questo caso non mi sembra ci sia una grossa differenza con L'Italia.

Quello che sembra migliorato invece e lo sviluppo urbano, la nascita di nuove strade, piste ciclabili, con esse e' aumentato anche il livello di rispetto nei pedoni, sicuramente una nota positiva ma non un motivo per spingere le persone a desiderare fortemente San Paolo.

E voi che ne pensate?
Come si vive a San Paolo?


Potrebbe anche interessarti:"Comprare un immobile a Rio de Janeiro"

FIERE DI FEBBRAIO IN BRASILE

Buongiorno
siamo ad inizio mese, il mio lunedi' mattina in ufficio comincia dedicandomi alla programmazione, quale miglior occasione per fare una carrellata delle fiere che ci saranno a febbraio in Brasile;




Cominciamo dalla piu' importante , si tratta della 35° edizione di Stone Fair 2013 la fiera dedicata al marmo e granito, 26 febbraio-1 marzo, quattro giorni di full immersion nel settore industriale della roccia, la fiera si tiene a Vitoria, Espirito Santo.


 Considerando i numeri del Brasile, si tratta di uno dei maggiori esportatori di roccia e blocchi pertanto e' qui che l'industria delle macchine ed impianti per la lavorazione e l'estrazione deve concentrarsi.
Saranno 400 le aziende espositrici, 26 mila i visitatori previsti.
Per gli interessati affrettatevi mancano 22 giorni.




Sempre a fine febbraio, con date identiche a Stone Fair, si terra' a Blumenau , stato di Santa Catarina, Texfair home, anche questa fiera e' internazionale e rappresenta il settore dei tessuti per la casa, quindi tende, tappeti, accessori, lenzuola, tutto cio' che viene usato come decorazione e arredamento, parliamo di un mercato vasto e in espansione, con la crescita del numero di abitazioni.
Lo stato di Santa Catarina rappresenta uno dei piu' grandi poli industriali del Brasile per la produzione di tessuti , anche per questo evento l'afflusso dei visitatori e' mondiale, per cio' molto interessante.


Questi a mio avviso sono i 2 eventi principali di febbraio, meno importante e' la due giorni di San Paolo, Bijoias, la fiera dedicata alla  bigiotteria e accessori dal 25 al 27 febbraio.

Buon lavoro.

Potrebbe anche interessarti: "Import Brasile la dichiarazione doganale"

RADIOBRASILE e' presente sul portale di Veneto Imprese

RADIOBRASILE e' presente sul portale di Veneto Imprese
www.venetoimprese.it

RADIOBRASILE raccomanda CAPITALBRAZIL-Import-Export rappresentanza in Brasile

RADIOBRASILE raccomanda CAPITALBRAZIL-Import-Export rappresentanza in Brasile
Riservato aziende

INVIA GLI ARTICOLI IN QUALSIASI CASELLA EMAIL(anche la tua o dei tuoi amici)