mercoledì 6 luglio 2011

APRIRE UN CONTO POUPANçA




La poupança in Brasile e' un tipo di conto bancario a deposito, largamente diffuso e usato da risparmiatori che hanno l'esigenza di accumulare denaro, questa tipologia di investimento si contraddistingue per la bassa propensione al rischio e da un rendimento minimo garantito che si aggira nella percentuale dello 0,5% mensile alla quale viene addizionato il valore aggiornato del  "TR" -Taxa referencial, un indice variabile  che viene calcolato tenendo conto dell'andamento della Taxa Selic unitamnte al  valore medio derivante dalla tassa del CDB . Potete tenere sotto controllo l'indice "TR" ogni mese attraverso le comunicazioni della Banca Centrale, diversamente potete entrare in questo link consultando la tabella poupança , quindi calcolare la rendita mensile della vostra popança risulta essere  veramente un operazione semplice, bastera' calcolare  0,5% dal valore a saldo nel conto + valore mensile indice TR , e' interessante inoltre sapere che i profitti generati dalla popança sono usati per finanziare il settore e gli investimenti delle infrastrutture in Brasile.
Per aprire un conto popança e' sufficiente avere il CPF ,RG, comprovante di residencia,(bolletta acqua ,luce ecc.)  non sono previsti costi di apertura e mantenimento del conto, non e' comunque possibile usare il conto per farsi accreditare stipendi o altre operazioni tipiche di un classico conto corrente tuttavia la funzione della popança rimane espressamente quella di deposito denaro, quasi tutte le banche danno la possibilita' di aprire una popança, alcune di queste richiedono un importo minimo di R$ 50 , altre come il Banco do Brasil arrivano addirittura a chiederne 200, i soldi possono essere ritirati in qualsiasi momento, in quel caso e' bene prestare attenzione nel momento del ritiro in quanto la banca potrebbe addebitare delle penali o tasse di chiusura. Il conto Popança diventa interessante anche per gli stranieri essi siano turisti o investitori che vogliano avvalersi di un conto bancario in Brasile, requisiti fondamentali sono il possesso del passaporto o una fotocopia contenente la pagina con foto e dati principali, documento d'identita del paese straniero o addirittura patente di guida del propio paese ( come specifica Banco Itau') , e' importante sapere che per uno straniero(in questo caso non residente) e' possibile depositare fino a 10 mila R$ superato tale limite  sara' necessario presentare una dichiarazione dettagliata motivando provenienza e destinazione del denaro, questa restrizione non e' dettata dal fatto che state depositando denaro in una poupança e siete stranieri non residenti, ma dal fatto che dopo una determinata somma di denaro e' necessario dichiarare a cosa servira' quel denaro, nel caso abbiate il visto come turista e non siate in Brasile per concludere affari, sappiate comunque che l'apertura di una poupança potrebbe avere la sua utilita' per parcheggiare pochi soldi, ottenendo delle piccole rendite se spesso vi recate in Brasile come turisti potete abbattere i costi derivanti dal cambio valuta, usando il deposito nella vostra poupança oppure potete gestire il conto poupança dall'estero (dal vostro paese di residenza ) attraverso la formula Wester union, insomma avere una poupança per uno straniero potrebbe essere utile, dal punto di vista della gestione delle proprie risorse nel paese.
Per essere a conoscenza delle norme che disciplinano tutte le operazioni relative al conto poupança consultate la legge specifica.
Un caloroso saluto.

10 commenti:

  1. Articolo interessante, credo però che per i 10.000 reais serva la RG.

    RispondiElimina
  2. Il fatto e' che le disposizione del banco centrale cambiano di periodo in periodo, l'articolo che fa riferimento a questo e'il 22 legge 7492/86 contenuto in questo link :
    http://www.planalto.gov.br/ccivil_03/leis/L7492.htm
    se tu puoi citare dei casi personali utili ai lettori di questo blog, ti ringrazio!

    RispondiElimina
  3. ciao,
    volevo sapere (circa) quanto renderebbe all'anno e come eventualmente poter prelevare soldi quando serve.
    luciano

    RispondiElimina
  4. La rendita e' dello 0,5% +indice tr come scritto nel post, quindi conoscendo la cifra che vuoi depositare , diventa facile eseguire il calcolo, per prelevare vai nella caixa elettronica o allo sportello, volendo con delle autorizzazioni puoi farlo anche dall'Italia attraverso una carta elettronica, nella cassa del banco do brasil se la tua poupança e' stata aperta appunto al Banco do Brasil..spero di essere stato d'aiuto...
    ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Enrico,
      in Ottobre/Novembre dovrei tornare in Brasile (Fortaleza e Rio de Janeiro).
      Sono molto interessato a questo tipo di conto deposito e volevo chiederti :
      sarei interessato a gestirlo dall'Italia (per ora), ritieni sia complesso avere i permessi ?
      se decidessi di utilizzarlo come conto deposito sopra i 10.000 R$ pensi sia fattibile ?
      grazie ;)

      Elimina
  5. Gianluca non si puo' fare quello che si vuole con il denaro in entrata, il Banco centrale ha fissato delle regole ben precise e non mi e' chiaro cosa intendi gestire il conto dall'Italia, per poter depositare grosse somme in Brasile devi seguire la legislazione, le cifre che sono consentite come deposito fino a R$ 10.000 sono tollerate in quanto stiamo parlando di cifre ridicole..spero di essere stato chiaro, nel caso puoi anche scrivermi. contatti@radiobrasile.com

    RispondiElimina
  6. pierluigi barrotta24 giugno 2012 10:45

    Ciao Enrico,
    ho comprato una casa vicino a Recife, che è al momento affittata (non sono residente in Brasile). L'affitto se lo tiene l'agente immobiliare, con la motivazione che non posso aprire conti correnti né conti poupanca.

    Nel tuo sito, uno dei pochi dettagliati, mi pare invece di capire che ci sono DUE tipi di conti poupanca: uno per residenti e uno per turisti, che tuttavia hanno un limite di 10.000 reais. In quest'ultimo caso è sufficiente il passaporto per aprirne uno. E così?
    Grazie,
    Pierluigi

    RispondiElimina
  7. Pierluigi
    il conto e' sempre lo stesso, si tratta di un conto poupaunça che puoi aprire anche come turista con l'eccezzione che se non hai la residenza in Brasile non puoi depositare grosse cifre per via della legge sul riciclaggio di denaro, tuttavia nel tuo caso puoi aprire il conto e usarlo per depositare i proventi dell'affitto sempre tenendo conto di non superare soglie superiori ai 10.000 R$ , poi rilevanti sono il numero dei movimenti che intendi fare, che non devono essere molti in quanto non sarebbe congruo con il concetto di turismo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. pierluigi barrotta25 giugno 2012 08:59

      Enrico, grazie! Solo un'ulteriore informazione. Cliccando sul link "Banco Itau" che appare sopra sul tuo sito, mi si rimanda ad una pagina che riguarda l'apertura di un conto in Giappone da parte di Barsiliani, anziché il formulario per l'apertura a stranieri di un conto poupanca in Brasile. Ho sbagliato qualcosa?
      Ciao e ancora grazie,
      Pierluigi

      Elimina
    2. Conti correnti congiunti o poupança si possono aprire tra cittadini brasiliani e turista che voi sappiate?? Francesco

      Elimina

RADIOBRASILE e' presente sul portale di Veneto Imprese

RADIOBRASILE e' presente sul portale di Veneto Imprese
www.venetoimprese.it

RADIOBRASILE raccomanda CAPITALBRAZIL-Import-Export rappresentanza in Brasile

RADIOBRASILE raccomanda CAPITALBRAZIL-Import-Export rappresentanza in Brasile
Riservato aziende

INVIA GLI ARTICOLI IN QUALSIASI CASELLA EMAIL(anche la tua o dei tuoi amici)