sabato 23 ottobre 2010

FARE BUSINESS CON I PROFUMI




L'evoluzione della societa' e degli individui in Brasile coincide con la crescita di nuovi bisogni da soddisfare, l'attenzione alla cura del corpo, spinge in particolar modo la donna, ma anche l'uomo brasiliano ad una continua ricerca di prodotti estetici che migliorino il proprio aspetto ed il proprio fisico nella vita di tutti i giorni, oggi nel carrello della spesa di un brasiliano non ci limitiamo a trovare generi alimentari, la domanda spinta da nuove abitudini al consumo cresce e si spinge all'acquisto di prodotti per l'igiene personale, cosmetici e profumeria, questo mercato e' in continua crescita,  l'incremento e' del 10,9% ogni anno, secondo una statistica diffusa dall' ABIHPEC in data 12 aprile 2010, calcolata dall'anno 1995 al 2009, se invece confrontiamo i primi due trimestri del 2009 e 2010 l'incremento segna un 15,2% , nello specifico i ricavi legati alla vendita dei profumi rappresentano il secondo posto nella classifica mondiale dietro a Stati Uniti. Alcuni dati relativi alla crescita nel settore profumeria, li potete trovate in questo sito. Il Brasile e' una nazione che possiede molte materie prime, contrariamente invece ha una carenza di prodotti industrializzati, in definitiva la produzione  di profumi,  non e' un' attivita' che nasce e si diffonde in brasile, tuttavia ci sono due grandi aziende produttrici nazionali che sono: Natura e Boticiario, le quali distribuiscono il prodotto principalmente in 3 modi; vendita a domicilio (porta a porta) , vendita al dettaglio e vendita attraverso catene in negozi e francising per il resto noteremo la presenza di molti profumi importati che chiaramente escono sul mercato al dettaglio ad un prezzo decisamente elevato se lo rapportiamo a quello Europeo, un altra particolare differenza la troviamo nell'imbottigliamento, generalmente in Brasile si trovano nei negozi i formati piu' grandi con scarsita' nell'offerta per le dimensioni intermedie e piccole. I profumi in Brasile sono sempre stati oggetto del desiderio di persone appartanenti alla classe alta, per questo avviare un negozio nel settore della cosmetica e profumeria risulta essere un investimento redditizio,e' buona norma seguire alcune indicazioni fondamentali. Numeri alla mano per iniziare un investimento di questo tipo abbiamo calcolato che sono necessari non meno di 87.000 R$ , per aprire un negozio di almeno 50 metri quadri che andranno ripartiti :
 R$ 25.000  per adeguare il locale alle normative  e trasformarlo un negozio di profumi e cosmetici
 R$ 35.000  attrezzatura varia
 R$   4.000  mobili vari
 R$   3.000  costo assistenza fiscale tributaria
 R$  20.000  capitale d'esercizio- che deve essere il 30% circa del valore totale
   TOTALE
 R$  87.000
Punto fondamentale da tenere in considerazione e' la necessita' di avvalersi di una persona all'interno della societa' che abbia un regolare diploma di estetista, nel caso si vogliano effetuare anche dei servizi di estetica o svolgere una consulenza all'interno della propria attivita', in ogni caso se vi rivolgete all' ABIHPEC- associaçao brasilera de industria e igiene pessoal perfumaria e cosmeticos potete trovare indicazioni riguardante la legislazione vigente in questo settore.
Per leggere altri articoli riguardanti gli investimenti in Brasile leggere: Radiobrasile-investimenti.

8 commenti:

  1. Visto e considerato che le materie prime non mancano, sai come riuscire a produrre cosmesi... tipo rossetti ciprie fondo tinta con materie prime interne, riuscendo cosi ad ottenere un prezzo finale accessibile ad una fascia piu elevata di clientela??

    RispondiElimina
  2. Ciao Anonimo ritengo che senza produrre ci siano i margini per poter avviare un business particolare rivolto ad una fascia precisa di mercato come ho detto nell'articolo, ma se l'argomentazione puo' essere sviluppata in maniera differente, fammi sapere quali sono le tue idee!

    RispondiElimina
  3. non lo so ma mi sto facendo una cultura a riguardo....cmq la fascia di clienti che tu metti in considerazione ha uno stipendio abbastanza elevato rispetto alla media....
    quello che io intendo è se si riesce a recuperare materia prima per poter produrre un buon prodotto e con un costo che favorisca lo smercio anche a chi purtoppo guadagna meno.... che in fin della fiera è il maggior consumatore...
    Chiedo troppo lo so cmq mi sto informando ma ritengo che la produzione in loco renda possibili prospettive e margini molto succulenti...

    RispondiElimina
  4. MI PIACEREBBE SVILUPPARE L'ARGOMENTO,IN QUESTO CASO SE VUOI USCIRE DALL'ANONIMATO SENTIAMOCI SU FCBOOK che poi ti do' il mio indirizzo di posta elettronica

    RispondiElimina
  5. Ciao,mi chiamo Eddie e sono interessato all'argomento.Desidererei sapere quali sono le tasse per importare profumi europei per rivendeli in Brasile..!!
    Un grazie anticipato

    RispondiElimina
  6. Caro Eddy le tasse incidenti sui profumi europei sono quelle relative ai beni importati usati e sono onerose dal punto di vista economico, se vuole posso darle maggiori indicazioni in privato in quanto le cose da dire sono molte, mi contatti su contatti@radiobrasile.com

    RispondiElimina
  7. e per aprire una profumeria come quelle che sono in Italia e con i prodotti di marca come i nostri cosa bisogna fare?

    RispondiElimina
  8. Volevo sapere oltre la profumeria se esistono negozi che vendono prodotti per parrucchieri ed estetica

    RispondiElimina

RADIOBRASILE e' presente sul portale di Veneto Imprese

RADIOBRASILE e' presente sul portale di Veneto Imprese
www.venetoimprese.it

RADIOBRASILE raccomanda CAPITALBRAZIL-Import-Export rappresentanza in Brasile

RADIOBRASILE raccomanda CAPITALBRAZIL-Import-Export rappresentanza in Brasile
Riservato aziende

INVIA GLI ARTICOLI IN QUALSIASI CASELLA EMAIL(anche la tua o dei tuoi amici)