mercoledì 23 maggio 2012

IPER PROTEZIONISMO DEL MERCATO

Buongiorno , guardate questo video che spiega il titolo del post: Iper protezionismo del mercato;


Il video mostra l'apertura di un container nel porto di Pecem-Fortaleza per controllare merce in arrivo in Brasile.




Per chi avesse ancora dubbi sulla politica di protezionismo che il Brasile sta attuando oltre normalita', voglio riportare nel post di oggi la notizia del blocco di prodotti che sta avvennendo in porti e aereoporti del paese a discapito di aziende internazionali esportatrici e di aziende importatrici brasiliane nonche' dei  consumatori che oltre a subire sanzioni , il piu' delle volte considerate aleatorie, vedono prolungare il tempo di sdoganamento anche a 10-15 giorni , tutto questo senza considerare il sovraffollamento dei locali doganali di porti e aereoporti, uno su tutti , tanto per citare un esempio (vista la quantita' di prodotti in arrivo) e' il porto di Santos.

Immagine di containers nel porto di Santos, uno dei porti brasiliani  con maggiore afflusso di merce  in arrivo dall'estero


La Receita Federal e' l'organo equiparabile al nostro fisco, inteso come apparato con funzioni di controllo e gestione dei tributi.
 Dal 19 di marzo la Receita Federal e' impegnata nell'operazione "Mare' Vermelha"-Marea Rossa; si tratterebbe di una serie di controlli effettuati sui prodotti importati per verificarne la buona condotta nel rispetto delle regole evitando attivita' considerate di contrabbando.

La verita' e' che questa operazione sembra piu' un ulteriore tentativo di proteggere il mercato interno dalla concorrenza internazionale. Prendiamo l'esempio dei prodotti tecnologici;  acquistando attraverso internet , lo stesso prodotto, presente sia nel mercato brasiliano che quello Cinese, il vantaggio economico risulta evidente come illustro nell'esempio che segue:

Batterie per apparecchi acustici
Prezzo in Brasile x pz 10 R$ 36  equivale allo stesso valore per acquistarne pz 30 in Cina.

Si fosse usata questa politica anche in Italia probabilmente i nostri prodotti non sarebbero oggi cosi' vulnerabili alla concorrenza asiatica.

Dopo lunghi controlli vengono applicate delle sanzioni che alterano il prezzo della merce in arrivo inoltre il cambio Real/dollaro nello sdoganamento avviene con valori molto piu' alti di quello ufficiale.
L'iper-protezionismo che sta avvenendo nel mercato-Brasile sta sollevando polemiche da parte di aziende e consumatori che minacciano di ricorrere alla giustizia ( molti l'hanno gia' fatto).

La regola sull'importazione di prodotti al di fuori del Brasile dice che prodotti con valore inferiori ai 50 dollari sono esenti da tasse doganali d'importazione.
Vi ringrazio per l'attenzione.

ENRICO MINORE

Nessun commento:

Posta un commento

RADIOBRASILE e' presente sul portale di Veneto Imprese

RADIOBRASILE e' presente sul portale di Veneto Imprese
www.venetoimprese.it

RADIOBRASILE raccomanda CAPITALBRAZIL-Import-Export rappresentanza in Brasile

RADIOBRASILE raccomanda CAPITALBRAZIL-Import-Export rappresentanza in Brasile
Riservato aziende

INVIA GLI ARTICOLI IN QUALSIASI CASELLA EMAIL(anche la tua o dei tuoi amici)