mercoledì 7 settembre 2011

BANCA CENTRALE RIDUCE IL SELIC





Il Copom-della banca Centrale(BC) brasiliana ha annunciato il 31 agosto una riduzione di mezzo punto percentuale(0,5%) del  Selic , si tratta del tasso d' interesse interbancario brasiliano, che si stabilizza a quota 12%, riporto la notizia dal  "Correio braziliense" autorevole testata della capitale brasiliana , la mossa non era per niente annunciata e lascia ampio spazio al dibattito tra operatori di settore,rappresentanti politici e industria, la decisione di tagliare il costo del denaro e' frutto di una strategia che pone il paese al riparo da eventuali contraccolpi che potrebbe generare la crisi mondiale, in effetti risulta difficile stilare delle previsioni anche a breve termine,  il Brasile come sapete appartiene a quella fascia di nazioni appartenenti all'area BRICS,in pieno boom economico, questo non vuol dire che una frenata del PIB  andrebbe ad alterare quelli che sono equilibri fondamentali, ma un calo della domanda anche lieve significherebbe modificare o rivedere piani industriali e budget gia' prefissati in precedenza, tuttavia la politica monetaria brasiliana e' sempre stata molto cauta e con un occhio di riguardo alle spinte inflazionistiche, alzando per ben 5 volte il Selic (da gennaio a giugno dell'anno in corso) ma e' altresi' importante monitorare la situazione ed un abbassamento di mezzo punto percentuale del tasso d'interesse eviterebbe il generarsi di effetti collaterali. Nonostante il banco centrale abbia effetuato il taglio del Selic, i tassi d'interesse brasiliani rimangono tra i piu' alti del mondo, segue  Russia(8,25%) Egitto(8,25%) Cina(6,56%) e Turchia(5,75%) pensate che in alcuni paesi dell'Unione Europea e Giappone il tasso e molto vicino allo zero.
Qui in basso ho riportato un grafico attraverso il quale potrete vedere quella che e' stata l'evoluzione del Selic dall'anno 2006 a oggi, in evidenza la situazione del gennaio 2009 in cui il Selic era al 12,75% ma con tendenza al ribasso, cosi' fu' nel mese seguente in in cui comincio' a scendere fino a luglio dello stesso anno , raggiungendo una  soglia di 8,75%  rimanendo stabile a quei livelli fino ad aprile del 2010, per poi ricominciare a salire, come ben sapete fino al giugno scorso(12,50%);






E adesso cosa ci aspettera' in questo secondo semestre dell'anno? Le previsioni degli analisti parlano di un leggero  calo della crescita , l'anno dovrebbe chiudersi con un incremento del PIB del 3,6%, mentre le previsioni parlano di una chiusura al 4%, quindi meno crescita e una leggera svalutazione del real nei confronti del dollaro, staremo a vedere.

Nessun commento:

Posta un commento

RADIOBRASILE e' presente sul portale di Veneto Imprese

RADIOBRASILE e' presente sul portale di Veneto Imprese
www.venetoimprese.it

RADIOBRASILE raccomanda CAPITALBRAZIL-Import-Export rappresentanza in Brasile

RADIOBRASILE raccomanda CAPITALBRAZIL-Import-Export rappresentanza in Brasile
Riservato aziende

INVIA GLI ARTICOLI IN QUALSIASI CASELLA EMAIL(anche la tua o dei tuoi amici)