martedì 17 agosto 2010

AZIONI BRASILIANE, UN BUON AFFARE!

Generalmente riesco a dedicare almeno un ora ogni giorno alla lettura dei maggiori quotidiani brasiliani, stamattina sfogliando la pagina di economia della Tribuna do Norte,  un giornale nordestino, mi sono soffermato sulla colonna dedicata al mercato azionario brasiliano, questo articolo parlava delle ottime performance e degli utili  generati dal Banco do Brasil nel primo semestre del 2010, che ammonta a 5 miliardi di reais di guadagno utile netto, fregiandosi cosi' del titolo di maggiore banca dell'America Latina, non male direi! Le informazioni riportate su questo articolo analizzano l'andamento del Banco do Brasil relativo alle operazioni di credito  e alla forte presenza ed espansione nel mercato di capitali e delle azioni, tutti numeri in positivo che evidenziano una crescita economica parallela a quella del paese. Il mercato della concessione di credito, che include prestiti, garanzie bancarie, titoli e valori immobiliari descrive un portafoglio che raccoglie circa 350 miliardi di reais, totalizzando un 6,8% di incremento nel trimestre precedente e un  incremento del 41,1% negli ultimi 12 mesi, il credito alle imprese segna un avanzamento del 31,2% negli ultimi 12 mesi ed un +5,9% rispetto al secondo trimestre 2009  generando 135,6 miliardi di R$, analizzando invece il credito concesso alla persona fisica vediamo un incremento del 47,7% nel secondo trimestre 2010, per un totale di 100,1 miliardi di reais, semplicemente straordinario! Anche il settore dell'Agronegocios presenta segnali positivi;  +4% negli ultimi 12 mesi per un totale di 170,3 miliardi di reais, le buone notizie continuano perche' anche il comparto import-export brasiliano segnala incrementi , con la partecipazione, come partner alle aziende del banco do Brasil nelle principali operazioni finanziarie, l'articolo  riporta tutte le analisi  dettagliate, se volete dare un occhiata cliccate  su articolo, ma il punto non e' questo, cio' che viene piu' spontaneo considerare e' la fase  ascendente che sta vivendo il Brasile, numeri alla mano, nel paese sta avvenendo una vivace evoluzione, il volano dell'economia sta cominciando a girare alla grande e il pensiero piu' ovvio , diventa quella di voler salire nel carro con i vincitori! Nel post del 29 aprile intitolato" Borsa Brasiliana" e quello del 3 maggio "Mercato Azionario in Brasile" introducevo delle informazioni generali riguardanti la borsa del Brasile ( Bovespa ) e ribadivo il concetto di come si possano fare dei buoni affari attraverso il mercato azionario brasiliano, credo che con una buona informazione e seguendo costantemente l'andamento della borsa, si possano effetuare delle operazioni interessanti, tuttavia il Brasile fa' parte del BRIC e sono parecchi e sempre piu' numerosi i soggeti e le aziende che seguono con interesse il panorama economico brasiliano. Uno spunto interessante, leggendo l'articolo, ci viene dato, tenendo in considerazione i dati sul " ritorno del patrimonio liquido" generando utili pari a 2,7 miliardi di reais nel secondo trimestre portando un avanzamento del 15,9% rispetto al primo trimestre e del 16,1% rispetto al primo trimestre del 2009 , questo significa che gli investitori  in globale hanno ottenuto una liquidita' di 2,1 miliardi di reais derivanti dall'attivita' azionaria, pari al 40% dell' utile, quest'ultima cifra e' significativa in quanto spiega il mio ottimismo fondato quando pocanzi manifestavo il mio interesse nel mercato di azioni e capitali brasiliano. In Economia il termine  RSPL  acronimo di retorno-sobre-patrimonio-liquido , indica quanto utile un azienda ha generato per ogni unita' monetaria di capitale proprio investito, si calcola prendendo gli utili ottenuti nel corrente anno e dividendoli per il patrimonio liquido medio dello stesso anno. Gli utili si avranno dai calcoli di fine trimestre mentre il patrimonio liquido si ottiene dal bilancio patrimoniale disponibile in questo sito. Generalmente la forma piu' comune di valore di patrimonio liquido la incontriamo nel  valore patrimoniale delle azioni, che per definizione sono il risultato del valore patrimoniale liquido diviso per il numero di azioni esistenti. Ecco spiegato il concetto di RSPL in relazione al mercato azionario, si deduce che un investimento che crea molto patrimonio liquido e' sicuramente un buon affare poiche' gli investitori che hanno generato l'investimento avranno degli ottimi risulati dalle operazioni finanziarie, cioe' dalle stesse azioni.
Completo la mia considerazione affermando che il Banco do Brasil e' un azienda che gode di una solida collocazione nel mercato delle azioni, gli azionisti in possesso di azioni sono attualmente piu' di 71.000 e le offerte negoziate a giugno di quest'anno sono 396 milioni. Anche nel mercato di capitali il BB non se la sta' cavando affatto male, la somma delle operazioni nelle rendite fisse ammonta a 5,5 miliardi di reais , cifra che gli permette di collocarsi al primo posto della classifica di Anbima. Ma il banco do Brasil non e' l'unica azienda da tenere monitorata, lo scenario economico in Brasile non e' da sottovalutare, e questo periodo sembra quello buono per farsi sotto, be..che dire sembra proprio che le "Azioni brasiliane siano un buon affare! "


2 commenti:

  1. Purtroppo la Borsa Brasiliana è molto volatile e quello che sembra un grosso guadagno oggi, per chi da investito da oltre tre anni è solo un recupero dalle perdite subite .

    L'indice Bovespa ha raggiunto il suo massimo nel Maggio del 2008 ( 72 000 punti circa ) e da allora non lo ha più superato , anzi è arrivata addirittura sotto i 30000 punti nell'Ottobre del 2008 . Pertanto chi segue i dettami dei consulenti di borsa che parlano di un orizzonte di 3-5 anni per un investimento azionario , oggi sta ancora al palo .

    Naturalmente chi avesse acquistato azioni ai primi del 2009 oggi si troverebbe un notevole guadagno che però potrebbe perdere in un paio di settimane di ritorno della crisi .

    Diverso il caso di chi ha investito in titoli di stato o equivalenti . Dal 2008 ad oggi ha guadagnato ben oltre il 30% e non correndo praticamente alcun rischio di perdere .

    Insomma quello che voglio dire è che in Borsa il guadagno è proporzionale al rischio . Ed oggi , a mio parere , il rischio che si corre rispetto ad acquistare dei titoli di stato non è ben remunerato .

    RispondiElimina
  2. Grazie inanzitutto del tuo contributo, devo dire che sono d'accordo per quanto riguarda il mercato di capitali sicuramente piu' redditizio per chi vuol avere tra virgolette un rischio piu' calcolato, sul mercato delle azioni personalmente ho avuto delle soddisfazioni sul comparto industriale e immobiliario 2010.Poi come dici tu le filosofie sono tante, credo che nulla sia perduto, anzi con oculatezza e diversificando le operazioni, sicuramente la Borsa brasiliana e' meglio di molte altre internazionali, credo che il metodo infallibile non esista in borsa, ci vogliono varie componenti, e' importante chi non ha grossi budget operare con un mordi e fuggi, appunto diversificando le operazioni. Ti saluto. Spero di avere altri tuoi commenti.
    ENRICO

    RispondiElimina

RADIOBRASILE e' presente sul portale di Veneto Imprese

RADIOBRASILE e' presente sul portale di Veneto Imprese
www.venetoimprese.it

RADIOBRASILE raccomanda CAPITALBRAZIL-Import-Export rappresentanza in Brasile

RADIOBRASILE raccomanda CAPITALBRAZIL-Import-Export rappresentanza in Brasile
Riservato aziende

INVIA GLI ARTICOLI IN QUALSIASI CASELLA EMAIL(anche la tua o dei tuoi amici)