mercoledì 30 giugno 2010

GODERSI LA VITA CON LA PENSIONE IN BRASILE



Svegliarsi la mattina , fare colazione dalla terrazza di casa propria con frutta fresca esotica, alzare lo sguardo e perdersi nell'immensita' dell' Oceano Atlantico di un fantastico colore blu carico, lasciarsi accarezzare da un tiepido vento tropicale, meraviglioso! Fantastico! Tutto questo non ha prezzo! Questo non e' un sogno, ma una reale e concreta possibilita' realizzata da 10.931 Italiani  secondo il censimento dei cittadini Italiani che hanno conseguito un visto di permanenza in Brasile per motivazione pensionistica,. dal mio punto di vista ritengo  siano ancora pochi, in fondo il pensionato che vive in Italia e' tra i piu' poveri d'Europa, con una pensione che molte volte non arriva agli ottocento euro, dopo aver lavorato una vita; gli stessi sono rassegnati a passare gli ultimi anni della loro vita da poveri, con i soldi contati , sopportando la rigidita' dei nostri inverni condannati a trascorrere le giornate in qualche bar contendendosi il bicchier di vino giocando a carte; In brasile con 1000 euro si puo' vivere decisamente meglio visto che oggi il cambio euro/real oscilla intorno ai 2,15 e con 2150 real al mese in Brasile si puo' fare una vita dignitosa e tranquilla, se la vostra meta' sara' nel nord-est del Brasile, potrete inoltre godervi un clima favorevole tutto l'anno.
Non voglio fare la parte di quello che vede tutto oro quello che luccica, resti bene inteso che in passato sfruttare quello che chiamano il turismo previdenziale in Brasile era molto piu' conveniente per merito di un  euro molto piu' forte nei confronti del real , considerato quanto appena detto ritengo che per i motivi citati all'inizio di questo post, Il Brasile sia oggi giorno ancora conveniente; chiaro che prima di fare questo e' necessario investire una cifra per l'acquisto di una casa e successivamente scegliersi quello che in Brasile si chiama " Plano de Saude" cioe' un assistenza medica personalizzata, per via dell'attuale precario sistema sanitario, questo potete farlo consultando il sito dell'ANS (Assistenza Nacional de Saude Suplementar) www.ans.gov.br . in lingua portoghese.
Per ottenere il visto di permanenza per trasferimento della pensione e'necessario fare una richiesta attraverso l'ufficio stranieri della Polizia Federale della citta' in cui si vorrebbe trasferirsi, questa richiesta verra' correttamente completata producendo una serie di documenti e requisiti  che sono
I requisiti:
-Aver superato il 50 esimo anno di eta'
-Avere una pensione mensile pari a $ 2000 o riuscire a dimostrare di riuscire a trasferire $ 2000 per tutta la vita.
Per i documenti andate a questo sito e troverete tutto descritto dettagliatamente: www.brasilemilano.it/ita/consolare/visti/visto_perm1c.asp
Ho conoscituo parecchi pensionati residenti in Brasile, a Fortaleza, Natal , il ricordo piu' vivo e' quello di un ex ufficiale dell'Aereonautica,Giorgio di origini Napoletane il quale dopo aver trascorso 38 anni di carriera aveva deciso di stabilirsi nelle zone di Natal , aveva conosciuto il Brasile attraverso un viaggio fatto pochi anni prima , Giorgio mi disse che aveva organizzato tutto per bene decidendo di farsi accreditare la pensione in un conto corrente in Italia e utilizzando carte di prelevamento per ritirare e utilizzare il denaro, in questa maniera si puo' evitare di farsi portare via quel 5% di media , nel caso avesse trasferito tutta la pensione in un conto corrente di una Banca Brasiliana, questo non e'assolutamente conveniente, per i costi dei servizi delle carte di credito e varie commissioni sul cambio del denaro in entrata.
Per essere corretti e sinceri nei confronti di coloro che dovessero prendere questa decisione di andare a godersi la pensione in Brasile e' doveroso ricordare che ci sono degli Italiani che hanno patito delle problematiche riguardanti delle tassazioni alla fonte sulle loro pensioni, questi pensionati che vivono tuttora in Brasile sono circa un migliaio e si sono visti dall'anno 2000 applicare una tassazione che in effetti risulta essere doppia, visto che applicata al momento del ricevimento della pensione in Italia e successivamente con il pagamento delle imposte in Brasile, questo comportamento del fisco Italiano risulta essere a mio avviso vergognoso perche' va' contro a cio' che e' stato stabilito nell'accordo internazionale di convenzione tra Brasile-Italia a tal punto che parte del denaro ripulito era stato rimborsato fino al 2001 da parte dell'Ente riscossore, ma il problema non sembra ancora essere stato del tutto risolto, quindi alla luce di questo vi invito a documentarvi in materia nel sito dell'INPS consultando la convenzione ITALO_BRASILIANA art. 18 e 19.4 www.inps.it/newportal/default.aspx?sID=;0;5633;&lastMenu=5636&iMenu=1&itemDir=6078

2 commenti:

  1. Mi chiamo Giuseppe sono un pensionato italiano,lo scorso anno ho trascorso una vacanza nelle vicinanze di Fortaleza,dove mia sorella possiede una posada,mi è piacito molto e ora avevo preso la decisione di trsferirmi come pensionato richiedendo il visto permanente,ma con mia grande sorpresa e sopratutto delusione sono venuto a conoscienza che non sono più sufficienti 2000 dollari,che già sono una buona pensione,visto che qui in Italia non sono in molti a raggiungerli,ma adirritura il governo brasiliano ha stabilito
    che per concedere il visto permanente il pensionato richiedente deve dimostrare di avere una pensione di 6000 R$ equivalente a circa 3550 dollari.Io trovo che sia una cosa assurda perchè quasi nessuno ha una pensione così alta,e comunque con una pensione così si starebbe bene in qualsiasi parte del mondo.
    Trovo assurdo che il governo brasiliano richieda una tale cifra insime al certificato penale,quando li in brasile lo stipendio minimo di un operaio si aggira intorno ai 600R$.La cosa è ancora più irritante nel sapere che il governo brasiliano da ospitalità a un terrorista come Cesare Battisti,e poi richiede cose assurde ad un onesto pensionato,
    distinti saluti da un pensionato molto deluso.

    RispondiElimina
  2. Giuseppe la legge e'stata modificata come dici tu per maggiori dettagli leggi questo post di questo blog:
    http://radiobrasile.blogspot.com/2011/09/pensionati-cambiano-i-visti.html
    molte cose sono assurde e molte leggi in Brasile seguono dei principi che sembrerebbero improri per un paese che molto assomiglia al nostro, non lasciarti abbattere e mantieni sempre viva la passione per il Brasile per cio' che puo' offrirti...fatti conoscere e fai conoscere la posada di tua sorella agli amici del blog se vuoi..continua a seguirci
    un abbraccio
    ENRICO

    RispondiElimina

RADIOBRASILE e' presente sul portale di Veneto Imprese

RADIOBRASILE e' presente sul portale di Veneto Imprese
www.venetoimprese.it

RADIOBRASILE raccomanda CAPITALBRAZIL-Import-Export rappresentanza in Brasile

RADIOBRASILE raccomanda CAPITALBRAZIL-Import-Export rappresentanza in Brasile
Riservato aziende

INVIA GLI ARTICOLI IN QUALSIASI CASELLA EMAIL(anche la tua o dei tuoi amici)